Trapani Oggi
Trapani Oggi

Giovedì, 14 Novembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Celebrato a Trapani l'anniversario della Fondazione dei Carabinieri - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

1

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Celebrato a Trapani l'anniversario della Fondazione dei Carabinieri

05 Giugno 2019 14:19, di Redazione
Celebrato a Trapani l'anniversario della Fondazione dei Carabinieri
Attualità
visite 1041

Oggi  alle ore 10:00, innanzi alla sede del Comando Provinciale dei Carabinieri di Trapani, si sono tenute  le celebrazioni del 205° Anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Presenti le più alte cariche civili, religiose e militari, tra questi il Prefetto di Trapani, Dr. Tommaso Ricciardi, il presidente del Tribunale di Trapani, Dr. Andrea Genna, il Procuratore della Repubblica di Trapani, Dr. Alfredo Morvillo e Padre Antonino Adragna che hanno consegnato le ricompense concesse ai militari che si sono maggiormente distinti in operazioni di servizio, nonché una grande e gratissima affluenza di scolaresche e di cittadini.
Nella sua allocuzione il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Colonnello Gianluca Vitagliano, ha ringraziato tutti i presenti ed in particolare “il nostro decano, il Luogotenente Antonio Di  Terlizzi, il quale, ad un passo dal termine del servizio attivo, dopo ben 46 anni, dimostra immutato spirito di gioventù ed amore per la Sua, la Nostra Istituzione. Siamo sicuri che non farà venir meno il supporto anche dopo aver - solo simbolicamente- riposto la propria uniforme nell’armadio”. Dopo aver ricordato la genesi dell’Arma e il forte spirito di  appartenenza che alberga in tutti i Carabiniei, il colonnello Vitagliano ha sottolineato come “l’attività repressiva è in costante aumento come testimoniano gli arresti e le denunce. La prevenzione, grazie al continuo coordinamento e ricettivo e disponibile dialogo, registra da un lato il calo dei reati in genere soprattutto di quelli più efferati e di quelli contro il patrimonio, ed al tempo stesso un aumento della proiezione esterna dei Reparti.Vivere il territorio significa non restare chiusi nelle Caserme. A fronte di questo sforzo, - ha continuato il comandante provinciale dei Carabinieri-  con orgoglio possiamo affermare che non è venuta meno la prossimità al cittadino. Né sono state accantonate tutte le iniziative tese a costruire il senso di legalità a fianco dell’associazionismo e delle scuola cui rinnoviamo la disponibilità piena ad assumerne di nuove. Tutto ciò è stato possibile attraverso la piena valorizzazione del modello operativo dell’Arma dei Carabinieri, che vede nella Stazione il suo elemento cardine, il simbolo della legalità, dell’accoglienza, della vicinanza e dell’ascolto. È proprio nella capacità di ascolto, anche nei momenti di vita che non attengono propriamente alla sicurezza pubblica, ma al bisogno privato, familiare, che nelle Stazioni realizziamo quell’ immagine del Carabiniere che è universalmente amata”. Il colonnello Vitagliano ha quindi sottolineato come “ la fiducia che i Carabinieri si sono conquistati in Italia ed all’estero passa non solo per la professionalità, lo scrupolo e la generosità degli uomini, ma soprattutto per il rispetto delle idee di tutti. Ed è questo che la gente si aspetta da noi: non indulgere in parole, ma rispondere nei fatti, sul campo. Quando un’attività, come la nostra, incide sul destino di una persona, vittima o aguzzino che sia, “motivazione e coscienza” non sono meno importanti di “pazienza e conoscenza”. Nella Provincia di Trapani, nessun Comune è senza la Stazione Carabinieri. Al riguardo, ci piace ribadire ai Sindaci tutto il rispetto e la collaborazione istituzionale dovuta al loro ruolo ed alla loro funzione ed al tempo stesso, siamo sicuri di ricevere uguale considerazione. Al fianco alle Stazioni Carabinieri, Presidio di sicurezza e fonte di qualificate informazioni, lavorano i Militari del Pronto Intervento e delle Sezioni Operative dedicate alle risposte immediate ai fenomeni criminali, di ogni natura, di maggiore allarme sociale. La Provincia è stata spesso interessata anche da servizi effettuati unitamente ai Reparti dell’Organizzazione Speciale per garantire il principio che la sicurezza è un diritto di libertà che va declinato in senso positivo in ogni sua manifestazione ed aspetto: da quello fondamentale dell’ambiente alla tutela della salute, al contrasto al lavoro nero. Un diritto da vivere non soltanto nella dimensione individuale tipica di ogni libertà, ma da esercitare nella caratterizzazione collettiva propria dei diritti sociali. Un’accezione positiva finalizzata all’esercizio e non alla negazione delle libertà”.Il comandante Vitagliano ha ricordato inoltre il grande lavoro svolto per  contrastare la criminalità organizzata e i reati contro la Pubblica Amministrazione. “La manovra investigativa condotta, unitamente al Raggruppamento Operativo Speciale, finalizzata alla cattura dei latitanti ed alla disarticolazione dei sodalizi di Cosa Nostra nella Provincia di Trapani, è dispendiosa e non delimitabile nei suoi confini temporali e, alla luce, delle tecnologie, ormai non più neanche a quelli spaziali. I risultati tuttavia ci premiano. Il contrasto ai patrimoni illecitamente acquisiti ed al continuo inquinamento delle dinamiche economiche, rappresenta momento qualificante dell’attività. Il Comando Generale e l’intera scala gerarchica, a testimonianza di attenzione costante e che nulla fa mancare al comando Provinciale, ha inteso individuare nel Reparto Operativo di Trapani il polo di coordinamento per il contrasto patrimoniale alla criminalità organizzate anche per altre 4 Province della Sicilia.La direttrice di azione prevede un’aggressione sistemica e sistematica che eviti perdite di informazioni nel rispetto delle competenze e delle responsabilità di ciascuno. Collaborazione e leale scambio di informazioni sono presupposto imprescindibile di un contrasto più rapido e proficuo.Analogamente il Nucleo Investigativo, i cui risultati sono innanzi agli occhi di tutti e devono essere rivendicati con fierezza ed orgoglio ha dedicato energie e passione al contrasto dei reati contro la Pubblica Amministrazione, zavorra insopportabile di una società che ha diritto di guardare al futuro con rinnovato spirito positivo”. Infine, il comandante provinciale dell’ Arma ha voluto rivolgere alcune parole ai ragazzi presenti cui ha sottolineato come le scelte operate “sono state spesso dettate da eventi tragici. Noi Carabinieri lavoriamo e qui intendiamo manifestare la nostra azione affinché le vostre siano invece frutto dell’emulazione di momenti belli, come pensiamo possa essere questo”.

© Riproduzione riservata

Commenti
Celebrato a Trapani l'anniversario della Fondazione dei Carabinieri
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie