Trapani Oggi

1° Maggio. Papa Francesco "Società ingiusta senza lavoro per tutti" - Trapani Oggi

Marettimo |

1° Maggio. Papa Francesco "Società ingiusta senza lavoro per tutti"

01 Maggio 2013 11:45, di Redazione
visite 849

"Una società non è giusta se non offre a tutti un lavoro o sfrutta i lavoratori", queste le parole pronunciate da Papa Francesco nel corso della messa...

"Una società non è giusta se non offre a tutti un lavoro o sfrutta i lavoratori", queste le parole pronunciate da Papa Francesco nel corso della messa presieduta oggi nella cappella di Casa "Santa Marta" in occasione della festa di San Giuseppe lavoratore. Erano presenti alcune ragazze madri con i loro figli, ospiti del Centro di solidarietà “Il Ponte”. “Il lavoro ci dà la dignità! Chi lavora è degno, ha una dignità speciale, una dignità di persona: l’uomo e la donna che lavorano sono degni", ha sottolineato il Pontefice che ha proseguito: "La dignità non ce la dà il potere, il denaro, la cultura, no! La dignità ce la dà il lavoro”. Papa Francesco ha evidenziato le tante situazioni di sfruttamento presenti in tanti “sistemi sociali, politici ed economici che hanno fatto una scelta che significa sfruttare la persona. Non pagare il giusto, non dare lavoro, perché soltanto si guarda ai bilanci, ai bilanci dell’impresa, quello va contro Dio!" Il Papa ha citato un rabbino del Medio Evo che raccontava alla sua comunità ebraica la vicenda della Torre di Babele: allora i mattoni erano molto preziosi: “Quando un mattone, per sbaglio, cadeva, c’era un problema tremendo, uno scandalo: "Ma guarda cosa hai fatto!". Ma se uno di quelli che costruivano la torre cadeva si diceva: "Riposi in pace!". Era più importante il mattone che la persona. Questo raccontava quel rabbino medievale e questo succede adesso! Le persone sono meno importanti delle cose che danno profitto a quelli che hanno il potere politico, sociale, economico". Oggi – ha osservato Bergoglio – non possiamo dire più quello che diceva San Paolo: “Chi non vuol lavorare, non mangi”, ma dobbiamo dire: “Chi non lavora, ha perso la dignità”, perché “non trova la possibilità di lavorare”. Anzi: “La società ha spogliato questa persona di dignità. Preghiamo, preghiamo per tutti questi fratelli e sorelle che sono in questa situazione”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie