Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 18 Agosto 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

2018, anno nero per le slot - Trapani Oggi

0 Commenti

4

2

0

1

1

Testo

Stampa

barraco
Attualità
#Sicilia

2018, anno nero per le slot

21 Dicembre 2017 12:47, di Redazione
2018, anno nero per le slot
Attualità
visite 293

Non esiste ancora una normativa comunitaria specifica sul gioco d’azzardo. Il Parlamento europeo ha però approvato nel 2013 una risoluzione nella quale si afferma la legittimità degli interventi degli Stati membri a protezione dei giocatori. Vediamo cosa accade quindi in Italia: il 2017 sta per terminare e il governo dal 2016 ha elaborato e trasmesso le linee guida a Regioni ed Enti locali sulla nuova regolamentazione in tema di gioco. 18 mesi: è il tempo massimo dato ai gestori di sale per adeguarsi alla regolamentazione che già dall'inizio di questo mese, ovvero dal 1° dicembre, prevede l'entrata in vigore della legge con conseguente chiusura dei locali non in regola. Una legge atta a tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica, contrastare il crimine organizzato ed eventuali frodi, salvaguardare minori e soggetti più deboli, ma voluta anche per regolare i profili di carattere fiscale. Nell'arco di quest'ultimo anno e mezzo anche Regioni e Comuni sono intervenute attivamente sulla questione, dando origine talvolta a complessi contenziosi con gli operatori del settore. Insomma, la faccenda è intricata, sono molti e vanno in diverse direzioni gli aspetti che interessano questa nuova era del cosiddetto gioco di fortuna. Se da un lato prevale la tutela al cittadino, dall'altro non si può negare che la legge metta alle strette per non dire al muro chi con autorizzazioni, monopoli e fisco non ha rigato sempre dritto. Il che è certamente un bene, visto che non di rado le sale fungono da copertura per operazioni di riciclaggio. Ma, perché un ma c'è sempre, siamo proprio sicuri che sia questa la strada giusta. Se andiamo a vedere i dati, risulta che quest'anno, nonostante le restrizioni gia gradualemnte introdotte, la spesa per il gioco sia aumentata. Ad esempio proprio qui, in Sicilia, si spendono nel gioco circa 271,74 euro l’anno, spesa pro capite ovviamente. Un altro fattore importante da non sottovalutare è il passaggio all'on line: i portali di gaming hanno potuto contare solo nel mese di agosto 2017 su una spesa pari 25 milioni di euro, ovvero il 25% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. E quindi innegabile che si sia assistendo ad una vera e propria migrazione verso la rete. E pure lì bisogna stare attenti e controllare, a propria tutela, che i siti scelti siano in regola con le normative vigenti. I casino legali espongono, spesso in fondo a ogni pagina, il numero di concessione ed i loghi dell’Agenzia dei Monopoli di Stato cliccabili. Comunque, già dai primi mesi del 2018 avremo modo di verificare i primi effetti dei nuovi interventi: ovvero l'andamento del gioco in rete in termini di crescita e legalità; in che direzione va la spesa per il gioco off line, perché comunque le sale fisiche che sono in regola continueranno il proprio esercizio e nuove se ne apriranno dove consentito; e, non in ultimo, cosa la nuova regolamentazione avrà sortito sul versante sociale.

© Riproduzione riservata

Commenti
2018, anno nero per le slot
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie