Trapani Oggi

A Trapani prodotto bioetanolo come carburante - Trapani Oggi

Trapani | Attualità

A Trapani prodotto bioetanolo come carburante

24 Dicembre 2009 00:57, di Ornella Fulco
visite 635

Trapani, 23 dicembre 2009- Una notizia diffusa dall’agenzia Ansa ha suscitato la curiosità di molti addetti ai lavori ed ha dimostrato come determinat...

Trapani, 23 dicembre 2009- Una notizia diffusa dall’agenzia Ansa ha suscitato la curiosità di molti addetti ai lavori ed ha dimostrato come determinate operazioni possono essere fatte senza dare al’occhio. La notizia riguarda la produzione di Bioetanolo che, secondo la nota dell’Ansa, avviene presso , l'Industria Meridionale Alcolici che dal lontano 1991 produce bioetanolo, unico impianto in Italia a distillarlo per utilizzarlo come carburante. La azienda, che è ubicata nella zona industriale, proprio a ridosso del porto di Trapani, quindi in posizione strategica per il passaggio delle navi, consta di oltre 20 serbatoi per lo stoccaggio di alcool capaci di accumulare e gestire oltre 30 mila metri cubi di prodotto. L’impianto è collegato direttamente alla banchina del porto con due pipelines in modo da poter procedere ad un rapido carico/scarico dalle navi. La l'Industria Meridionale Alcolici, in grado di produrre alcol carburante a 99,9 gradi, quasi del tutto privo di acqua, utilizza materie prime (alcool o sottoprodotti di distilleria) provenienti in larghissima parte ( l’ottanta per cento) dall'Italia ed il restante venti per cento dal Brasile. Nei giorni scorsi l’Ima è stata oggetto di una visita da parte del BMW Sustainability Press Experience, da tempo interessato a verificare l’attuabilità di nuove strategie verdi da utilizzare nel mondo automobilistico. I risultati della ispezione appaiono incoraggianti, atteso che l'impianto di Trapani dell’Industria Meridionale Alcolici sta sperimentando da tre anni la produzione di biotenolo a scopo carburante partendo da materia prima vegetale coltivata in loco e volendo dare vita ad una propria filiera energetica a chilometro zero. In tale ottica viene utilizzata la pianta del sorgo zuccherino, un vegetale che veniva destinato a foraggio e che ha un alto contenuto zuccherino ( tra il 18 ed il 22 per cento. I raccolti sinora effettuati hanno dato risultati superiori alle aspettative permettendo di ricavare oltre 2 mila quintali /ettaro di materia , in un ciclo di crescita di quattro mesi con più raccolti annui. Il bioetanolo ottenuto è stato poi venduto alle compagnie petrolifere che producono carburanti costituendo l' elemento ecologico delle benzine.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie