Trapani Oggi

Abbruscato si ritira dalle primarie del Pd e lascia la Segreteria provinciale - Trapani Oggi

Trapani | Politica

Abbruscato si ritira dalle primarie del Pd e lascia la Segreteria provinciale

23 Dicembre 2016 15:47, di Redazione
visite 458

Enzo Abbruscato si è dimesso da vice segretario provinciale del Pd e si ritira anche dalla competizione per la candidatura a sindaco di Trapani. "Oggi - scrive nel documento diffuso per spiegare la sua scelta - forse per la prima volta in vita mia, mi tiro indietro. Ma attraverso questo 'tirarmi indietro' voglio andare avanti. Non sono il solo, all’interno del partito democratico, a vivere questa sensazione di disagio rispetto le scelte complessive". Abbruscato sottolinea di aver rispettato, da uomo di partito, le scelte della dirigenza anche quando non le ha condivise appieno ma ora ha deciso di definire un nuovo percorso. "Non ho mai avuto timori nello spendermi - prosegue - quando, a torto o a ragione, mi sono convinto delle ragioni di una idea, di una proposta, di un’azione. L’ho fatto agli inizi, quando è nata l’idea del Partito Democratico, un partito moderno che si proponeva di non abbandonare il proprio percorso storico, al fianco delle classe sociali deboli, a difesa di chi non ha difese. Oggi i dati elettorali ci vedono sconfitti nelle periferie, vincenti nelle aree più ricche. L’ho fatto quando in Sicilia sembrava stesse nascendo un entusiasmo nuovo intorno alla figura di Crocetta, un entusiasmo che parlava di rinnovamento, legalità ed innovazione. Non è andata così. L’ho fatto quando si è scelto lo strumento delle primarie per selezionare i candidati nelle diverse competizioni. Uno strumento bellissimo, che rimette in mano ai cittadini, i nostri unici e veri referenti, di scegliere uomini e cose da fare. Fino al punto di propormi in prima persona. Accadde nelle ultime competizioni, quando scelte politiche che non condivisi portarono ad un’altra strada, che anche questa si rivelò fallimentare per il partito e per il centrosinistra. Ho ribadito questo mio impegno quando è stato deciso di convocare le primarie in vista del prossimo appuntamento elettorale. Era maggio. Uomini del mio partito come gli amici Savona e Safina avevano ufficializzato la loro partecipazione. Io lo avevo anticipato molto prima, ma lo ribadii in quell’occasione". Abbruscato afferma di non ritrovarsi in un Pd sempre più lontano dalle politiche sociali con un "modello di comunicazione che non mi appartiene, un verticismo esasperato che riportava tutto all’azione dell “io”, mentre ho sempre considerato la politica come l’azione del “noi”. Tutto questo mi è sembrato un tradimento di quello che rappresenta l’essenza stessa del centrosinistra". "Mi ritiro dalle primarie - prosegue - perché ritengo anche che si stiano trasformando in qualcosa di diverso da quello che avrebbero dovuto essere". "Adesso - conclude - inizia per me e, spero, per una fetta importante di questo partito e dell’intero centrosinistra, un periodo di riflessione e di azione nuova. Ovviamente non è nemmeno in discussione il mio impegno a favore del partito per tutte le competizioni elettorali, come è sempre stato. Un impegno che sarà sempre pieno e consapevole".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie