Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 18 Giugno 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Aeroporto Birgi, Ombra risponde a Marsala - Trapani Oggi

0 Commenti

4

0

1

0

1

Testo

Stampa

barraco
Sport

Aeroporto Birgi, Ombra risponde a Marsala

12 Febbraio 2011 09:47, di Niki
Aeroporto Birgi, Ombra risponde a Marsala
Sport
visite 135

Trapani, 12 febbraio 2011 – Il Presidente dell’Airgest, Salvatore Ombra, appreso dagli organi di stampa, della iniziativa promossa da alcuni cittadini marsalesi che avanzano la proposta di cambiare nome all’aeroporto Vincenzo Florio (da Trapani Birgi a Trapani Marsala), ha scritto in una lettera aperta alcune sue considerazioni." Ho letto più volte, e anche con una certa curiosità, la notizia della raccolta di firme promossa dal Sen. Pietro Pizzo che avanza la proposta di un cambio di denominazione dell’aeroporto Vincenzo Florio, in Trapani Marsala anziché l’attuale Trapani Birgi, ritenendo ciò essenziale e funzionale all’incremento turistico nella città di Marsala. Ho letto più volte l’articolo, nel dubbio che forse qualcosa mi stesse sfuggendo.Premetto che non contesto a priori il cambio di denominazione ma, da cittadino marsalese da un lato e da parte attiva dell’aeroporto dall’altro, non posso non evidenziare alcuni aspetti che ritengo  essenziali.Primo fra tutti che, a mio avviso, non è il cambio di denominazione dell’aeroporto che consentirà alla città di Marsala di beneficiare del flusso turistico proveniente dall’aeroporto Vincenzo Florio. E ciò perché proseguendo sulla politica dello scarso investimento e dello “scrocco” non si può andare lontano.Mi sarebbe piaciuto venire a conoscenza di una petizione funzionale alla richiesta di collegamenti efficienti tra l’aeroporto e la città di Marsala o, ancora, sentire chiedere a gran voce maggiore pulizia, tutela dalla microcriminalità nel centro storico, valida assistenza ai turisti. Mi sarebbe piaciuto sapere che l’aeroporto vien visto come opportunità di investimento promozionale piuttosto che essere vissuto solo come mera occasione di visibilità da raccogliere in estemporanea sulla base del solo cambio di denominazione. Ricordiamoci, e non mi stancherò mai di ripeterlo, che il nostro è un territorio che va guardato e vissuto nella sua interezza, un territorio in cui chi si reca a Trapani, se gli si forniscono gli strumenti per farlo, può anche decidere di visitare Mothya, Marsala, le Saline…. e, perché no! proseguire per le isole, San Vito lo capo, Salemi, Scopello. Ma fino a quando ci saranno iniziative poco lungimiranti e circoscritte  territorialmente questo sarà praticamente impossibile. Consideriamo, inoltre, che i turisti vengono grazie a Ryanair, e Ryanair non vende voli per Trapani Birgi, ma per Trapani SICILIA. Anche quando si ottenesse il cambio di denominazione si cambierebbe tutto per non cambiare nulla se non ci dovessero essere i bus che portano i turisti a Marsala o se chi arrivasse non avesse in mano un solo depliant sull’offerta di Marsala o se, ancora peggio, fosse accolto da una città stanca e poco curata. Colgo l’occasione per ricordare che sull’aeroporto, che è la vera porta di ingresso dei turisti, è indispensabile investire  se si vuole che cresca: proprio come fa un imprenditore con la propria azienda e ad investire non deve e non può essere la sola Provincia, che con le sue ridotte risorse fa già tantissimo, né tanto meno l’Aeroporto da solo. Ho sempre affermato, a gran voce, che lo sviluppo della nostra economia sul piano turistico può soltanto scaturire da una politica sinergica, condivisa e integrata, fuori dagli schemi dei confini territoriali, ma decisamente più aperta e lungimirante, anche attraverso accordi ed intese tra Comuni mirati allo sviluppo turistico e all’accoglienza. Più ampia e dettagliata sarà l’offerta turistica, più sarà appetibile per chi la raccoglie. Mi chiedo poi: dove è scritto Aeroporto Trapani Birgi? se non nell’uso comune della denominazione di noi abitanti della provincia o indicato in qualche indicazione stradale? Ma riteniamo, davvero, che i turisti europei individuino la meta in base alla collocazione territoriale dell’aeroporto? Piuttosto non è possibile che non giungano a Marsala perché realmente non la conoscono o, peggio, mancano i collegamenti primari??. Senza voler fare polemica, ma per seguire questo ragionamento, l’aeroporto della nostra capitale ricada ed è nel comune di Fiumicino ed è conosciuto come Aeroporto di Fiumicino o Leonardo Da Vinci, ma i passeggeri vanno e provengono da Roma. A quanti hanno proposto la petizione chiedo: siete certi che, al di là dell’accesso ai contributi comunitari di cui si parla e che comunque andrebbero a solo vantaggio delle casse comunali, questo cambiamento sarebbe la panacea per la crescita della nostra città di Marsala, a prescindere dalla corretta erogazione dei servizi pubblici primari che è quello che invece i turisti cercano? Per concludere, e per chiarezza di esposizione, devo comunque ricordare che a prescindere dal consenso espresso dal popolo che è e rimane sovrano, l’aeroporto Vincenzo Florio, piaccia o no a noi marsalesi, ricade in territorio di Trapani. Ed è al comune di Trapani che paga ICI, acqua, tassa sui rifiuti, nonché le sanzioni per sosta vietata e tanto altro… Cerchiamo allora, liberi da campanilismi, ormai antiquati nel mondo della globalizzazione, di guardare avanti ed oltre. Cerchiamo di investire nel territorio in tutte le sue componenti portando avanti una politica di crescita mirata e sinergica. Noi operatori aeroportuali stiamo veramente credendo in questo progetto e stiamo facendo il possibile e l’impossibile, ma è solo una visione  più ampia che ci consentirà di far assurgere alla nostra provincia la dignità di meta turistica che realmente merita.

© Riproduzione riservata

Commenti
Aeroporto Birgi, Ombra risponde a Marsala
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie