Trapani Oggi

Aiutatemi a riavere mio figlio, il grido disperato di una madre - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Aiutatemi a riavere mio figlio, il grido disperato di una madre

12 Novembre 2020 09:50, di Redazione
visite 5380

La richiesta contenuta in una lettera giunta in redazione

Abbiamo ricevuto sulla casella redazione la lettera di una donna che chiede aiuto per una sua storia personale, triste, di disagio sociale.
Lo spaccato di una realtà da cui, per fortuna, la maggior parte delle persone sono lontane. Abbiamo deciso di pubblicarla così come è, la denuncia di una donna che rivuole indietro il figlio, anche se ci sono aspetti, quali quello giudiziario,  non del tutto chiari.
Una storia dolorosamente personale che purtroppo appartiene anche a tante altre persone.

Mi chiamo Maria, sono una mamma e ho 32 anni.
A 15 anni sono uscita da un istituto di Palermo e sono ritornata a Trapani dove ho conosciuto un ragazzo con cui ho avuto una storia. All' età di 19 anni abbiamo avuto un bambino di nome Christian.. e ho incominciato a subire maltrattamenti da questo signore. In più, non avendo supporto dai miei genitori, mi ha fatto togliere l’ affidamento per ripicca di mio figlio che aveva appena un anno.
La situazione non andava bene, io con il tentativo di stare accanto mio figlio, ho continuato a subire maltrattamenti. Poi è nata un’ altra bambina.
Passati due anni è finita la nostra relazione e ho conosciuto il mio attuale compagno. Ora ho ottenuto, per mancato mantenimento ed interesse, l’affidamento dell' altra mia figlia , ma, vicenda molto assurda, non  quella  dell' altro mio figlio che oggi non vedo più perché il bambino mi rifiuta per colpa degli zii e i nonni. Questi mi stanno facendo pagare il fatto che siamo stati in causa perché il padre di mio figlio mi stava quasi ammazzando.
A scuola di mio figlio non mi fanno entrare dicendo il falso, cioè che io non ho la potestà. Ora pur avendo tutte le prove di questo mondo che non è così, nessuno fa niente. Cerco giustizia,  il padre, che è una persona da non poter definire, è  tranquillo con mio figlio ed io che non ho fatto nulla di male sto pagando.
Cerco un aiuto, ho tutte le registrazioni e le prove di quello che dico e  le ho anche mandate in tribunale. Intanto  anche gli zii di mio figlio e la nonna sono andati dal mio compagno a chiedere di convincermi a rinunciare a mio figlio firmando il documento di rinuncia. Ma  un giudice giusto dico io non esiste? Non so più a chi rivolgermi 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie