Trapani Oggi

“Alcamo Bene Comune” plaude alla apertura del centro migranti - Trapani Oggi

Vita |

“Alcamo Bene Comune” plaude alla apertura del centro migranti

28 Agosto 2013 13:23, di Niki Mazzara
visite 523

I rappresentanti della lista Alcamo bene comune esprimono, in una nota, la loro soddisfazione per l'apertura del Centro di accoglienza temporanea dei ...

I rappresentanti della lista Alcamo bene comune esprimono, in una nota, la loro soddisfazione per l'apertura del Centro di accoglienza temporanea dei lavoratori migranti, centro inaugurato oggi nei locali “Nelson Mandela” dell’IPAB Opere Pie Riunite. “ Èbello sapere che quest'anno i lavoratori stagionali in arrivo ad Alcamo per la vendemmia troveranno un'accoglienza dignitosa. Lo scorso anno, al contrario, ABC dovette segnalare all'opinione pubblica e alle istituzioni locali, la totale inadeguatezza dell'accoglienza dei migranti che, come ogni anno, arrivavano per lavorare nelle campagne alcamesi. Così come mostrato nel documentario “Volevamo braccia”, che Alcamo Bene Comune girò nel settembre 2012, intervistando i braccianti africani presenti in piazza della Repubblica e in piazza Pittore Renda, i lavoratori stagionali vennero abbandonati a se stessi, tanto da dover dormire per diverse settimane sui marciapiedi, all'addiaccio, e senza alcun servizio igienico appositamente messo loro a disposizione (intervento aggiunto solo dopo le nostre rimostranze)”. Per Alcamo Bene comune è bene che “ l'inizio della stagione di vendemmia, quest'anno, avvenga con ben altra attenzione, dal punto di vista dei diritti dei lavoratori, e di questo non possiamo che essere sinceramente contenti. L'accoglienza dei migranti è una delle cartine di tornasole per giudicare il grado di civiltà di una comunità. Spesso, invece, la questione viene derubricata a emergenza, se non proprio a problema, a causa dell'assenza di un'azione continua e quotidiana” I rappresentanti di ABC ricordano inoltre come durante lo scorso anno era stato “avviato un dialogo con gli attori sociali a vario titolo coinvolti nell'assistenza agli stranieri, e con l'allora assessore alle Politiche sociali Ylenia Settipani, per la creazione, oltre al campo, di un gruppo permanente di osservazione, studio e intervento sulle politiche migratorie e dell'integrazione: dialogo interrotto dopo la revoca dell'incarico dello stesso assessore”. Alcamo Bene Comune si augura, rendendosi disponibile ad una piena collaborazione che “il Comune di Alcamo avvii una seria politica di integrazione con le comunità di migranti presenti nella città. Sono infatti ormai migliaia le persone di origine africana, asiatica, est-europea, che vivono stabilmente nel nostro territorio; eppure i legami e gli scambi socio-culturali con gli alcamesi sono ancora troppo esigui. Alcamo dev'essere sempre di più una città aperta e accogliente con le altre culture, soprattutto verso le lavoratrici e i lavoratori che qui arrivano per contribuire alla crescita economica e culturale della città. Anche per questo, nel registrare come un segnale positivo la notizia del prossimo conferimento della cittadinanza onoraria al Ministro per le Pari opportunità Cécile Kyenge, che tanto sta facendo per ampliare i diritti dei migranti in Italia, ABC auspica che il sindaco di Alcamo conferisca la cittadinanza onoraria anche a due migranti che vivono nella nostra città: Alhagie e Lay, giovani del Gambia e del Senegal, che pochi giorni fa hanno salvato dalle fiamme di un incendio domestico una cittadina alcamese. Gesti simbolici come questi, , conclude il comunicato di Abc. insieme a gesti più strutturali e concreti, come le politiche di accoglienza ed integrazione, sono doverosi per Alcamo e per gli alcamesi”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie