Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 13 Dicembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Amministrazione comunale ottiene maxi risarcimento dal Comune di Erice - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

1

2

1

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Amministrazione comunale ottiene maxi risarcimento dal Comune di Erice

20 Aprile 2015 10:14, di Ornella Fulco
Amministrazione comunale ottiene maxi risarcimento dal Comune di Erice
Attualità
visite 187

L'amministrazione comunale di Erice dovrà risarcire il Comune di Trapani con la somma di 986.984 euro, oltre agli interessi legali dalla data della domanda, per l'attività di conferimento dei rifiuti, dal 1992 al 2001, nell'impianto di riciclaggio e compostaggio di contrada Belvedere e nella discarica di contrada Borranea. Lo ha stabilito la prima Sezione civile della Corte di Appello di Palermo, con sentenza dello scorso 17 aprile, accogliendo l'appello proposto dal Comune di Trapani. La domanda di pagamento era stata rigettata in primo grado dal Tribunale di Trapani, nel 2010, in base all'asserita impossibilità giuridica dello stesso di adeguare unilateralmente le tariffe di conferimento dei rifiuti solidi urbani che erano state originariamente individuate in un'apposita convenzione stipulata tra le due amministrazioni comunali nel 1989. La Corte di Appello di Palermo, riconoscendo nel Comune di Trapani la qualità di gestore capofila del servizio di smaltimento rifiuti del comprensorio, di cui faceva parte il Comune di Erice, e ravvisando l'obbligatorietà ex lege del servizio reso, ha invece condannato il Comune di Erice a pagare quanto richiesto dall'amministrazione del capoluogo. "Anche questa sentenza va nella direzione intrapresa di recuperare tutti i crediti che il Comune di Trapani vanta nei confronti non solo dei privati ma anche di altri Enti – ha dichiarato il sindaco Damiano -. La politica di incremento delle entrate servirà a contrastare l'aumento delle tasse". AGGIORNAMENTO ORE 17.30 "La sentenza della Corte di Appello di Palermo che ha accolto il ricorso del Comune di Trapani, avanzato nel 2010, e condannato in questi giorni, dopo 5 anni, il Comune di Erice, dimostra quanto fosse fondata e giusta la pretesa della mia amministrazione che, all'epoca ritenne di dovere, e poter, correggere in aumento le tariffe di conferimento dei rifiuti solidi urbani presso la discarica di Borranea e chiedere le somme a conguaglio rispetto alla tariffa fissata nel 1989 nella convenzione con i Comuni conferenti". Questa la dichiarazione dell'ex sindaco di Trapani Girolamo Fazio che prosegue: "Se come amministratori, all'epoca, non ci fossimo determinati in questa direzione – le maggiori somme sborsate ad integrazione nel corso degli anni dal 1992 al 2001 per la gestione della discarica sarebbero pesate solo sulle tasche dei trapanesi e sui tributi da questi versati, determinando di fatto una palese ingiustizia ed un vantaggio per l'amministrazione ericina. La sentenza, oltre che dare ragione al Comune, rende giustizia ai trapanesi che queste somme hanno dovuto anticipare nella determinazione della tassa sui rifiuti per effetto della opposizione del sindaco di Erice, Giacomo Tranchida che, invece, ritenne - oggi possiamo dire a torto - che l'aumento della quota per il conferimento a consuntivo, dovuta dal Comune Erice non potesse essere decisa unilateralmente dal Comune di Trapani, gestore della discarica". Fazio conclude rilevando che "il sindaco di Trapani, Vito Damiano, nonostante riguardo alla vicenda non abbia fatto nulla, poiché tutti gli atti relativi risalgono al 2010 e solo il pronunciamento della Corte d'Appello è di qualche giorno fa, ha prodotto una comunicazione, quanto meno omissiva, con la quale intende prendersi meriti che non sono suoi. Non ha nulla da dire di positivo sulla sua amministrazione e quindi si accredita meriti di altri e, inoltre, non ammette un'altra importante verità: non ha ereditato una amministrazione carica di debiti come blaterava a destra e a manca ed ha raccolto una situazione di gran lunga positiva. Auspico che rapidamente si predispongano gli atti per recuperare materialmente il credito di poco più di un milione di euro presso il Comune di Erice perché la somma possa essere utilizzata per ridurre i tributi per il servizio di raccolta dei rifiuti".

© Riproduzione riservata

Commenti
Amministrazione comunale ottiene maxi risarcimento dal Comune di Erice
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie