Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 14 Agosto 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Ancora alberi tagliati a Paceco - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

1

0

Testo

Stampa

Cronaca
Paceco

Ancora alberi tagliati a Paceco

30 Luglio 2020 18:49, di Salvatore Morselli
Ancora alberi tagliati a Paceco
Cronaca
visite 1839

Uno scempio quello che stanno compiendo sulla via Umberto Primo.”La denuncia è del consigliere comunale di Paceco Salvatore Ricciardi che stamane, in un suo giro per il paese, ha visto degli operai che stavano tagliando un albero di olivo di Boemia. .
Alla domanda del perché di questo intervento, atteso che la potatura di questi alberi avviene in inverno per essere pronti a marzo-aprile, Ricciardi si è sentito rispondere che era un provvedimento dell’assessore Angileri che aveva disposto di togliere otto alberi ed al loro posto mettere delle piante di gelsomino.
Ricciardi ha subito informato Totò Pellegrino, vicepresidente della sezione di Trapani-Paceco di Italia Nostra, peraltro un agronomo, di quanto stava accadendo.
“Si tratta di un intervento che non ha né capo né coda. In primis perché dubito che il caposettore abbia autorizzato il taglio di otto piante sane che non creano problemi di incolumità. Inoltre, tagliare un albero di circa 25 anni e impiantare gelsomino in pieno luglio accanto alla ceppaia della pianta tagliata è un pessimo lavoro; bisognerebbe togliere la ceppaia o aspettare che secchi ed impiantare in primavera. Purtroppo - continua  Totò Pellegrino - l’olivo di Boemia è una pianta in sofferenza anche perché potata fuori tempo e in maniera troppo energica ma con una adeguata potatura invernale mostrerebbe in primavera la bellezza dei suoi fiori gialli molto profumati. Infine, conclude l'esponente di Italia Nostra -  in paese e anche sulla stessa via Umberto primo insistono diversi spazi vuoti dove piantare gelsomino senza togliere quelli di altro tipo esistenti. Un provvedimento, conclude Pellegrino, di cui onestamente non comprendo la ratio”. Con le piante l'attuale amministrazione comunale pare non avere molto feeling. Prima venne contestata per aver sostituito gli albero di pino di metà piazza Vittorio Emanuele (l'altra metà è ancora con le conifere) con le palme, poi qualcuno tagliò nottetempo due pini secolari nei pressi della stazione ferroviaria. In entrambi i casi le proteste di Italia Nostra che ora è stata "costretta" a un altro intervento.   
Nella tarda mattinata, dopo il taglio della prima pianta e l’intervento di Ricciardi e Pellegrino, è avvenuto qualcosa che ha indotto gli operai a cambiare programma: hanno potato le altre piante che avrebbero dovuto tagliare. Un ripensamento tardivo? 

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings