Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 11 Dicembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Approvato bilancio del Libero Consorzio Comunale: tagli alle spese e ai dipendenti - Trapani Oggi

1 Commento

1

0

0

0

0

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Approvato bilancio del Libero Consorzio Comunale: tagli alle spese e ai dipendenti

13 Dicembre 2018 08:34, di Redazione
Approvato bilancio del Libero Consorzio Comunale: tagli alle spese e ai dipendenti
Attualità
visite 1036

Approvato dal commissario straordinario del Libero Consorzio di Trapani, Raimondo Cerami, il bilancio pluriennale 2018-2020 dell'ente. Nei giorni scorsi Cerami aveva incontrato nella sede di Palazzo “Riccio di Morana” in Trapani i deputati segnalerà Trapanese ai quali aveva preannunciato la sua decisione mirata - stante lo stato di crisi della ex Provincia regionale - a non perdere i fondi pubblici per investimenti in materia di viabilità (MIT) e di edilizia scolastica (fra cui il finanziamento per la scuola di Pantelleria). Il bilancio, seppure in equilibrio per ciascun anno, presenta una forte riduzione della spesa, a causa del peso opprimente del “prelievo forzoso” che grava su tutti i Liberi Consorzi comunali siciliani, soprattutto a valere sulle annualità successive al 2018, con ricadute non indifferenti sulla capacità di azione di questi enti. Cerami ha poi illustrato che la paralisi e la forte compromissione della capacità della spesa contenuta nel bilancio, oltre a compromettere le funzioni fondamentali dell’Ente, riducendo inevitabilmente i livelli di alcuni servizi essenziali, costringerà l'Ente ad avviare, entro il mese di dicembre, le procedure di risoluzione anticipata di tutti i contratti di locazione di immobili ad uso scolastico. In mancanza di altre soluzioni circa 4.736 alunni della provincia di Trapani dovranno sottostare ai doppi turni; le strade provinciali, in alcuni casi, potranno anche subire la totale chiusura al transito; saranno ridotte le spese per la manutenzione e la conduzione delle strade provinciali e delle scuole che versano già in pessime condizioni; saranno avviate le procedure di licenziamento per 20 dipendenti in soprannumero.Un documento firmato da tutti i commissari straordinari delle ex Province è stato inviato al governo nazionale per chiedere la convocazione di un incontro urgente in cui illustrare la necessità di un intervento per attenuare la crisi finanziaria di questi Enti annullando o riducendo gli effetti del “prelievo forzoso”.
Durante l'incontro con i deputati regionali, l'onorevole Valentina Palmeri ha informato i presenti che è stato già avviato un tavolo di lavoro permanente tra Ministero per gli Affari Regionali e Regione Siciliana per rivedere gli accordi Stato-Regione e per eliminare il “prelievo forzoso”, al fine di garantire agli enti di area vasta siciliani le condizioni per poter svolgere le loro funzioni. Il commissario Cerami incontrerà, la prossima settimana, l'assessore regionale alla Pubblica Istruzione e il presidente della Commissione Bilancio dell'Ars per tentate di trovare una soluzione che possa scongiurare o limitare al massimo i doppi turni nelle scuole del territorio.
Sullo stato della ex Provincia regionale di Trapani si registra la presa di posizione della Cgil. Per il segretario provinciale Filippo Cutrona, che ha annunciato che chiederà un incontro al commissario Raimondo Cerami, è indispensabile “rivedere il prelievo forzoso, ridefinendo i rapporti finanziari tra lo Stato e  la Regione facendo in modo che i tributi incassati dal Libero Consorzio restino all’Ente”. 

© Riproduzione riservata

Commenti
Approvato bilancio del Libero Consorzio Comunale: tagli alle spese e ai dipendenti

Fred

Nel contempo la Regione paga 30.000 stipendi, lacchè e gente impresentabile...

Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie