Trapani Oggi

Arrestato 32enne, perseguita l'ex e per gelosia brucia l'auto di un amico della donna - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Arrestato 32enne, perseguita l'ex e per gelosia brucia l'auto di un amico della donna

12 Novembre 2021 13:09, di Redazione
visite 1067

Non riusciva a dimenticare l'ex convivente e la fine di quella relazione durata alcuni mesi

Non riusciva proprio a dimenticare l'ex convivente e la fine di quella relazione durata alcuni mesi. Così continuava a pedinarla, ad appostarsi nei pressi della sua abitazione, a minacciarla di morte a telefonare continuamente. Non contento ha anche tentato di bruciare l'auto di un amico della donna. Alla fine la vittima stanca e impaurita ha presentato denuncia.

Dopo una attività di indagine i Carabinieri della Compagnia di Trapani e della Sezione di Polizia Giudiziaria presso il Tribunale hanno arrestato un 32enne trapanese in esecuzione dell’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Trapani.

Il provvedimento restrittivo è scaturito dagli esiti delle indagini che i Carabinieri hanno avviato a seguito della denuncia che una donna ha sporto contro l’ex convivente. La stessa ha raccontato che, da alcuni mesi, al termine della relazione con l’uomo, questi aveva iniziato a perseguitarla.

L’ex compagno si appostava sotto casa sua, la pedinava, la minacciava di
morte e le telefonava in continuazione, pertanto, la donna viveva in uno stato di ansia e
paura per la propria incolumità.
Vi è stata una escalation delle condotte criminali dell’uomo che prima ha graffiato la macchina di un amico della donna per ingiustificata gelosia, poi, non contento, ha deciso di incendiare l’auto cospargendola di liquido infiammabile. L’uomo, inoltre, ha tagliato gli pneumatici ad una seconda auto, anche questa di proprietà di un amico della donna.
Le indagini dei Carabinieri, grazie all’attenta analisi dei tabulati telefonici e delle immagini estrapolate da diversi sistemi di videosorveglianza, nonché mediante le dichiarazioni rese da numerosi testimoni, hanno confermato il quadro accusatorio emerso dalla denuncia della donna.
L'Autorità Giudiziaria, condividendo gli esiti investigativi dei Carabinieri e in considerazione dell’allarmante gravità delle condotte poste in essere dal 32enne, ha disposto che lo stesso sia sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie