Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 16 Dicembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Aumento canoni irrigui, il sindaco Giacalone e la CIA lanciano allarme - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

1

3

3

Testo

Stampa

Attualità
Petrosino

Aumento canoni irrigui, il sindaco Giacalone e la CIA lanciano allarme

26 Aprile 2016 12:33, di Niki
Aumento canoni irrigui, il sindaco Giacalone e la CIA lanciano allarme
Attualità
visite 259

E’ allarme sulla situazione che stanno vivendo gli agricoltori di Petrosino, così come tutti gli agricoltori siciliani, su cui grava il peso enorme della gestione dei Consorzi di Bonifica. Si parla di aumenti del 400 per cento della quota da versare per l’irrigazione dei campi. “Stanno facendo uno scempio dell'agricoltura siciliana – ha dichiarato il sindaco di Petrosino, Gaspare Giacalone -. C'è una legge regionale che impone di aumentare improvvisamente i canoni irrigui del 400 per cento per risanare i debiti accumulati da decenni di sprechi. Si colpisce, ancora una volta, una categoria oramai in ginocchio mentre alcuni parlamentari regionali continuano a fare false promesse. Mi rivolgo ai colleghi sindaci, alle cantine, a tutti i sindacati e, soprattutto, ai giovani e ai figli degli agricoltori: ora basta, diamo battaglia”. “Le bollette pervenute agli agricoltori dai Consorzi di bonifica Tp1 – ha dichiarato Enzo Maggio, rappresentante della Confederazione Italiana Agricoltori di Petrosino -, maggiorate del 400 per cento, sono ingiuste ed inique rispetto ai servizi erogati, soprattutto per coloro che irrigano attraverso il Consorzio "Delia Nivolelli" che subiscono, da anni, i disagi di una rete fatiscente e deficitaria nelle prestazioni verso i propri consorziati. Ci auguriamo che il commissario dell'ente possa prendere in considerazione anche queste problematiche e che possa far sì che il Consorzio fornisca un buon servizio agli utenti, pretendendo una tariffa adeguata".

© Riproduzione riservata

Commenti
Aumento canoni irrigui, il sindaco Giacalone e la CIA lanciano allarme
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie