Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 15 Luglio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Autonomia del porto, l'on. Fazio presenta mozione al Governo regionale - Trapani Oggi

0 Commenti

5

0

2

0

1

Testo

Stampa

Politica
Trapani

Autonomia del porto, l'on. Fazio presenta mozione al Governo regionale

06 Febbraio 2015 13:44, di Niki Mazara
Autonomia del porto, l'on. Fazio presenta mozione al Governo regionale
Politica
visite 258

L'autonomia del porto di Trapani resta al centro dell'attenzione in vista dell'emanazione del nuovo Piano strategico sulla portualità allo studio del Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti. Lunedì prossimo, a Roma, si terranno gli "Stati Generali" dei soggetti coinvolti per un primo confronto pubblico sulle proposte avanzate dal Comitato di studio nominato dal ministro Lupi. Il capogruppo del Gruppo Misto all'ARS, Girolamo Fazio, ha presentato, primo firmatario, una mozione per garantire al porto di Trapani la sua autonomia dalla autorità portuale di Palermo. L'ipotesi che ciò accada è concreta ed è stata anche avanzata dallo stesso presidente dell'Autorità portuale di Palermo nel corso di una intervista ad un quotidiano regionale. Fazio, riprendendo istanze e documenti che sono giunti dalle forze sociali ed economiche contrarie alla subordinazione della operatività del porto di Trapani ad interessi economici estranei al territorio trapanese, nella mozione invita il Governo regionale a «tutelare gli interessi del porto e della città di Trapani e chiede che questo mantenga la sua autonomia gestionale dalla Autorità portuale di Palermo. Lo scalo trapanese fu sede di Autorità portuale dal 2004 e fino al marzo del 2009 quando questa fu soppressa con decreto del Presidente della Repubblica per mancanza dei requisiti di legge, a causa della diminuzione del traffico merci. Attualmente la sua gestione è affidata alla Capitaneria di Porto, per gli aspetti demaninali e marittimi, e al Provveditorato Opere Pubbliche-Ufficio del Genio Civile per le Opere marittime, per quanto riguarda gli aspetti infrastrutturali. Il parlamentare regionale trapanese ricorda che «il porto costituisce un enorme indotto economico per la città di Trapani ed i suoi operatori» e che, insieme agli enti sopra menzionati «sta ritrovando oggi un clima di crescita e di ripresa occupazionale», sottolineando anche che «è opinione degli operatori portuali trapanesi, delle associazioni di categoria imprenditoriali e degli organismi sindacali del capoluogo che, con l'accorpamento a Palermo, il porto e la città di Trapani verrebbero penalizzati perché subordinati a scelte e interessi "altrui" ed estranei agli indirizzi ed orientamenti di politica gestionale che, in atto, muovono l'economia del porto trapanese». «La proposta di accorpamento trova contrari non soltanto gli addetti ai lavori ma l'intera cittadinanza - ricorda anche Fazio - e già nel 2007 una gran folla di trapanesi scese in strada a manifestare contro la messa in liquidazione dell’Autorità Portuale». Nella mozione si chiede agli assessori regionali per le Infrastrutture e per l'Economia di verificare se il progetto di riforma che - secondo le anticipazioni del presidente dell'Autorità portuale di Palermo - prevede l'accorpamento del porto di Trapani a quello di Palermo «sia stato mai prefigurato ad uffici, organismi o rappresentanti politici della Regione Siciliana da parte del Ministero per le infrastrutture, direttamente o per tramite del Comitato per la portualità e la logistica» e «a sostenere tutte le iniziative politiche conseguenti perché, nell'interesse generale della città di Trapani, il porto del capoluogo mantenga la sua autonomia gestionale dalla Autorità Portuale di Palermo e rimanga affidato alle competenze della Capitaneria di Porto di Trapani».

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings