Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 23 Settembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Avviati i festeggiamenti per i 500 anni dal ritrovamento del simulacro della Madonna della Cava - Trapani Oggi

0 Commenti

3

3

1

1

1

Testo

Stampa

Attualità
Marsala

Avviati i festeggiamenti per i 500 anni dal ritrovamento del simulacro della Madonna della Cava

08 Gennaio 2018 11:03, di Redazione
Avviati i festeggiamenti per i 500 anni dal ritrovamento del simulacro della Madonna della Cava
Attualità
visite 293

Con il convegno “Cinquecento anni tra fede, storia, tradizione e pietà popolare” e con l’inaugurazione della mostra filatelica sui francobolli emessi dal Vaticano dal 1929 ad oggi si sono aperte, ieri pomeriggio, le celebrazioni in onore di Maria Santissima della Cava, patrona principale di Marsala, di cui ricorre, il 19 gennaio prossimo, il cinquecentenario del rinvenimento del simulacro. Nella sala conferenze del Complesso San Pietro sono state illustrate al pubblico le numerose iniziative che saranno realizzate in onore della Madonna della Cava e, soprattutto, è stata revocata la storia del simulacro, attualmente custodito nel Santuario in via XIX Luglio, una volta chiamata via dei Santi. A intervenire sono stati il sindaco Alberto Di Girolamo, il rettore del Santuario, don Giacomo Putaggio, il vicario Diocesano, don Vincenzo Greco, il comandante della Polizia Municipale Michela Cupini (Maria Santissima della Cava è anche patrona del Corpo dei Vigili Urbani) e il direttore di Poste Italiane, filiale di Trapani, Fabio Bajona. La relazione su Maria Santissima della Cava è stata tenuta dalla storica Francesca La Grutta. La professoressa ha descritto, anche con il supporto di alcune immagini, le vicende del simulacro, a partire dalle ricerche avviate da padre Leonardo Savina nel 1514 dopo che la Madonna gli era apparsa in sogno, delle chiese a lei dedicate e della storia recente con la costruzione di quello che è l’attuale Santuario. Successivamente, nella chiesa di San Pietro al Cassero, si è svolta l’inaugurazione e l’apertura della mostra filatelica tematica “I francobolli della Città del Vaticano dal 1929 ad oggi compresi i servizi postali” realizzata dal giovane collezionista Carlo Giacalone con il contributo del padre Bernardo. Nella stessa location si possono, inoltre, ammirare alcune storiche cartoline e dei santini risalenti ai primi del 1900 messi a disposizione da Sergio D’Angelo. Dopo questo primo momento storico-culturale e religioso, mercoledì prossimo, 10 gennaio, sarà la volta dell’apertura dell’anno giubilare straordinario. Sarà il vescovo della Diocesi di Mazara del Vallo, Monsignor Domenico Mogavero, alle ore 18, nel piazzale della chiesa, a proclamare questo eccezionale avvenimento per la comunità cattolica. Saranno presenti le maggiori autorità provinciali e locali, fra cui il prefetto, Darco Pellos, il sindaco Di Girolamo e il presidente del Consiglio comunale, Enzo Sturiano. L’apertura del Giubileo sarà preceduta da altre due iniziative che si svolgeranno nella Grotta del Santuario: la "svelatio" dell’affresco recentemente scoperto “Madonna col Bambino” (ore 16) e la presentazione del progetto “Easy Vision” (ore 17,15) sul Santuario della Madonna della Cava a cura del Lions Club di Marsala. Domani sera, martedì 9 gennaio – alle ore 21 – al Santuario, nel corso di una celebrazione eucaristica, il rettore Don Giacomo Putaggio conferirà il mandato di “Fedelissimi della Madonna della Cava” (effettivi e onorari) a cinquanta devoti del tempio dedicato alla patrona della città. Saranno loro, oltre al Comitato esecutivo, a supportare il direttore spirituale nelle attività programmate per i festeggiamenti in onore di Maria Santissima della Cava.

© Riproduzione riservata

Commenti
Avviati i festeggiamenti per i 500 anni dal ritrovamento del simulacro della Madonna della Cava
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie