Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 07 Maggio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Basket Trapani : Oltre la crisi... - Trapani Oggi

0 Commenti

3

3

0

1

3

Testo

Stampa

Senza categoria

Basket Trapani : Oltre la crisi...

24 Gennaio 2011 16:04, di Niki Mazara
Basket Trapani : Oltre la crisi...
Senza categoria
visite 301

Trapani, 24 gennaio 2011- Pronti, via. Trapani lascia la prima palla agli avversari stando i giocatori tutti fermi in campo. Palestrina ringrazia e la gara comincia con più due per gli ospiti. Cosa successo lo chiarisce il capitano granata Walter Santarossa “Sento il dovere di dare una spiegazione, non solo in nome e per conto mio e dei miei compagni di squadra ma anche dello staff tecnico, in merito al gesto che abbiamo deciso di mettere in atto nella prima azione della gara di questa sera contro Palestrina, concedendo ai nostri avversari di andare a canestro senza alcun ostacolo. E’ il nostro modo di richiamare l’attenzione della proprietà ed esprimere il nostro disappunto non solo per il ritardo che si protrae da mesi nel pagamento degli stipendi. Ma anche, e soprattutto, per il fatto che la stessa proprietà non si vede da moltissimo tempo neanche alle nostre partite casalinghe. Vorremmo che almeno venissero a parlare con noi, per spiegarci se dobbiamo preoccuparci per il futuro o se dobbiamo, invece, considerare passeggere queste difficoltà. Ormai da tempo, nel corso della settimana, non parliamo più di pallacanestro e pensiamo soltanto a questa situazione: il nostro bisogno di serenità è assoluto. La speranza è che tutto si risolva al più presto, in modo che tutti noi possiamo tornare a pensare soltanto al nostro lavoro”. La cronaca della partita, in realtà, dura venti minuti di gioco effettivo, compreso il primo canestro della serata di cui prima. Per il resto, è la storia di una classico scontro in cui Davide tenta il colpaccio contro Golia e ci crede solo nella prima parte, quando a Palestrina va dentro di tutto (strepitoso il primo quarto di Ricciardi, 15 punti e un canestro ad ogni alzata di braccio) e gli avversari, più talentuosi e attrezzati, sono distratti e molli. Poi, per due periodi, a cavallo dell’intervallo più lungo, è uno show di intensità difensiva, concretezza e divertimento (leggasi contropiede primario e secondario), in cui ogni granata (senior e under, tutti bravi) rende disponibile il proprio fatturato, di punti e sostanza. L’ultimo vantaggio di Palestrina è al 12’ (23-26), ma il parziale dei due periodi centrali è chiarificatore della differenza in campo: 40-15 a favore della truppa di Benedetto. Trapani finisce sul velluto, ricevendo molto da tutti (una menzione speciale va a Tardito, 13 punti e 6 rimbalzi in 14 minuti), provando anche la zona (press e metà campo) e concedendo l’onore delle armi a Palestina, che ha dimostrato di meritare ogni elogio per come interpreta il proprio ruolo nel campionato. I laziali sognavano il terzo successo oltre Stretto (avevano già vinto a Patti e Agrigento) ma questa sera non era aria buona per loro. Per Trapani, che ormai “vede” anche Ruvo, l’incognita non riguarda le sue potenzialità, né il suo magnifico spirito di gruppo. Se questa squadra avrà anche serenità, è pronta a far proseguire i suoi tifosi ad inseguire il grande sogno. Intanto, si è realizzato il sogno del sedicenne Giorgio Gentile, andato a referto per la prima volta con i "grandi". Beato lui.Ecco il commento di fine gara del coach Giovanni Benedetto “Nel primo quarto, abbiamo sofferto la vitalità di Palestrina, che ha confermato tutto quello che di buono pensavamo sul suo conto. Anche in settimana avevo avvisato i miei giocatori che i nostri avversari di ieri sarebbero stati difficili da affrontare, perché, a dispetto della classifica, ogni domenica danno l’anima e provano a vincere ogni gara. Appena abbiamo aggiustato la difesa, le cose sono andate subito meglio e siamo stati in grado di mettere la giusta distanza tra noi e loro. Credo che la città e i tifosi debbano ringraziare i giocatori per la maturità che stanno dimostrando. Siamo ben al di là del semplice impegno di lavoro, questi ragazzi ci stanno mettendo tanto cuore, anche se l’assenza di serenità con cui prepariamo le partite ogni settimana è diventata cronica. A questo punto, speriamo che dalla società arrivino segnali chiari. Non ci illudiamo per le vittorie che stanno arrivando con buona continuità, questa situazione può complicarsi da un momento all’altro: basterebbero un paio di sconfitte per mandarci in difficoltà. E’ per questa ragione che guardo la classifica alle nostre spalle e non davanti: ogni domenica sarà sempre una battaglia e noi abbiamo bisogno di affrontare tutto questo con maggiore tranquillità”.Infine il tabellino. Basket Trapani-Itop Palestrina 71-54 (17-23, 35-29, 57-38) Trapani: Guarino 10 (4/6, 0/2), Evangelisti 17 (6/11, 1/2), Cappanni 2 (1/3), Cantagalli 2 (1/3, 0/1), Bisconti 6 (2/9), Mollura, Tardito 13 (5/6), Svoboda 8 (1/4, 2/5), Santarossa 12 (5/6, 0/2), Gentile 1. All. Benedetto. Palestrina: Molinari, Nozzolillo 3 (0/1, 1/2), Rossi 4 (2/3, 0/3), Spippoli 7 (2/4), Omoregie 5 (1/1), Ricciardi 21 (6/13, 2/5), Rischia 3 (1/4, 0/1), Coraggio 2 (1/3, 0/3), Capitanelli 6 (3/8), Brenda 3 (1/1). All. Galletti. Arbitri: Fabiani di Lucca e D’Orazio di Treviso. Note: Tiri liberi: Trapani 12/18, Palestrina 11/21. Tiri da due punti: Trapani 25/48, Palestrina 17/38. Tiri da tre punti: Trapani 3/11, Palestrina 3/15. Usciti per 5 falli: Omoregie (Palestrina) e Capitanelli (Palestrina). Spettatori: 2500 circa.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings