Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 13 Luglio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Bollette Eas 2008-2009, Co.di.Ci. chiede intervento all'Autorità garante - Trapani Oggi

0 Commenti

7

3

0

3

0

Testo

Stampa

Attualità
Erice

Bollette Eas 2008-2009, Co.di.Ci. chiede intervento all'Autorità garante

12 Gennaio 2015 10:06, di Niki Mazara
Bollette Eas 2008-2009, Co.di.Ci. chiede intervento all'Autorità garante
Attualità
visite 413

Una nota dell'associazione CODICI-Centro per i diritti del Cittadino, a firma del responsabile provinciale, avvocato Vincenzo Maltese, e di quello regionale, avvocato Manfredi Zammataro, riguardante le fatture Eas per eccedenze nei consumi riguardanti gli anni 2008 e 2009, è stata inviata all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato a Roma. Secondo i legali di CODICI "non è ben chiaro come l'Eas abbia effettuato la stima di consumi, che non possono essere presunti o a forfait (si sta parlando di circa 29.000 abitanti solo per il Comune di Erice). Da un primo esame - prosegue la nota - non vi sarebbe corrispondenza tra quanto indicato in metri cubi nell'anno 2008 rapportato ai consumi indicati per tutto l'anno 2009. Anomalie evidenti anche in relazione a denunce da parte dei cittadini di contatori malfunzionanti o illeggibili da tempo". Maltese e Zammataro sottolineano che "come stabilito dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 335 del 15.10.2008, la questione riguarda anche i canoni di depurazione e fognari, i quali, non sono dovuti in assenza o inattività degli impianti come nel caso di specie, e che, invece, sono conteggiati in fattura. Gli stessi canoni fognari, pagati dagli utenti, non siano mai stati restituiti ai Comuni". "Il tutto - concludono - senza considerare l'ipotesi verosimile della prescrizione quinquennale che appare concreta per entrambe le richieste di pagamento". L'associazione CODICI chiede, quindi, che Autorità nazionale intervenga per accertare eventuali responsabilità a danno degli utenti da parte dell'Eas.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings