Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 25 Settembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Caccia a Matteo Messina Denaro. Blitz della Squadra Mobile nella notte a Castelvetrano. Due gli arresti. - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

5

2

3

Testo

Stampa

Cronaca
Castelvetrano

Caccia a Matteo Messina Denaro. Blitz della Squadra Mobile nella notte a Castelvetrano. Due gli arresti.

20 Giugno 2020 07:44, di Laura Spanò
Caccia a Matteo Messina Denaro. Blitz della Squadra Mobile nella notte a Castelvetrano. Due gli arresti.
Cronaca
visite 12559

Blitz nella notte a Castelvetrano degli investigatori della Squadra Mobile di Trapani.  Due le persone tratte in arresto. Perquisita la casa della madre del latitante a Castelvetrano. L'operazione è stata denominata "Ermes 3".All’alba di oggi la Squadra mobile di Trapani ha arrestato due persone ritenute vicine al capomafia ricercato da quasi 30 anni. In manette sono finiti Giuseppe Calcagno di 46 anni, di Campobello di Mazara, e Marco Manzo, 55 anni, pregiudicato, anche lui di Campobello di Mazara, indagati per associazione di tipo mafioso ed estorsione. Una decina le perquisizioni eseguite dagli agenti della Squadra mobile, tra cui l’abitazione della famiglia Messina Denaro, a Castelvetrano, dove abita l’anziana madre del boss.
L’operazione è stata condotta dagli uomini della Squadra Mobile di Trapani diretta dal vicequestore aggiunto Fabrizio Mustaro con l’ausilio degli uomini della Questura, dei Commissariati della provincia e dei Reparti Prevenzione Crimine di Palermo e di Reggio Calabria, con unità cinofile e il Reparto Volo di Palermo. Sono stati impiegati 90 uomini della Polizia di Stato.
Quindici gli indagati a vario titolo per associazione mafiosa, estorsione, detenzione di armi e favoreggiamento della latitanza del boss mafioso.
Giuseppe Calcagno, 46 anni, è un fedelissimo dell’anziano capomafia di Mazara Vito Gondola, che era stato fermato cinque anni fa: proprio in quell’indagine erano emersi i nomi di Calcagno e di Marco Manzo, arrestato pure lui stanotte. L’inchiesta ha provato a svelare gli altri passaggi della catena di comunicazione del latitante, in un dialogo è emersa la traccia di un biglietto che sarebbe giunto da Messina Denaro. In questa indagine, il boss è indagato per tentata estorsione. 
Manzo è tra coloro i quali nel 2008 incendiò la casa al mare del consigliere comunale Pasquale Calamia. L’esponente del Pd si era permesso nel corso di un suo intervento in consiglio comunale, di augurarsi l’arresto di Messina Denaro.
L'elenco degli indagati, alcuni sono nomi noti, già coinvolti in altre operazioni antimafia.

Adamo Antonino nato a Mazara del Vallo il 19/10/1957;
Beltrallo Giovanni nato a Campobello di Mazara il 3/4/1967;
Calcagno Giuseppe nato a Marsala il 17/11/1974;
Furnari Leonarda nata a Castelvetrano il 5/6/1984;
Genna Gaspare nato a Lugo il 25/5/1979;
Genna Vito nato a Mazara del Vallo il 3/9/1957;
Italiano Antonino nato a Castelvetrano il 4/9/1967:
La Cascia Vincenzo nato a Castelvetrano il 14/2/1948;
Manzo Marco nato a Campobello di Mazara il 5/1/1965;
Messina Denaro Matteo nato a Castelvetrano il 26/4/1962;
Stella Antonino nato a Marsala il 8/6/1947;
Vivona Melchiorre nato a Castelvetrano il 4/1/1957;
Zerilli Domenico Salvatore nato a Erice il 20/8/1970:
Zerilli Pietro Salvatore nato a Mazara del Vallo il 29/3/1975.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings