Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 20 Luglio 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Caccia sospesa in Sicilia, il TAR accoglie ricorso associazioni ambientaliste - Trapani Oggi

3 Commenti

4

0

0

0

0

Testo

Stampa

barraco
Attualità

Caccia sospesa in Sicilia, il TAR accoglie ricorso associazioni ambientaliste

20 Settembre 2018 15:29, di Redazione
Caccia sospesa in Sicilia, il TAR accoglie ricorso associazioni ambientaliste
Attualità
visite 1635

Sospesa la caccia in Sicilia. Il Tar di Palermo ha accolto  il ricorso presentato da Legambiente Sicilia, LIPU e WWF contro il calendario venatorio 2018-2019 emanato, lo scorso mese di agosto, dall’assessore all’Agricoltura Eddy Bandiera in contrasto con il parere dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale).
I profili di illegittimità accolti sono quelli relativi alla "preapertura" dal 1 settembre, con conseguente chiusura della caccia sino all'1 ottobre per gli uccelli e la piccola selvaggina; l’illegittimità della prosecuzione dell’attività venatoria fino al febbraio 2019; la chiusura della caccia la coniglio per l’intera stagione; il valore del parere dell’ISPRA, disatteso immotivatamente dalla Regione.
Il TAR Palermo, nel richiamare la giurisprudenza del Consiglio di Stato sul rispetto del parere dell’ISPRA e, per la prima volta, anche quella della Corte dei Conti sul danno erariale conseguente all’illegittimo prelievo venatorio di fauna selvatica (patrimonio indisponibile dello Stato), ha inoltre evidenziato la mancanza di dati scientifici aggiornati in base ai quali la Regione avrebbe dovuto disciplinare la caccia in Sicilia.
Legambiente, LIPU e WWF chiedono all’assessore Bandiera l’immediata esecuzione della decisione del TAR per evitare ulteriori e irreparabili danni al patrimonio faunistico e l’emanazione di immediate disposizioni ai corpi di polizia e vigilanza per il rispetto dei nuovi divieti. Chiunque dovesse essere sorpreso nell’esercizio di attività venatoria, infatti, ovvero di porto di fucili da caccia sarebbe punibile per esercizio venatorio in periodo di divieto ai sensi dell’art. 30 della legge n. 157/1992 che prevede l'arresto da tre mesi ad un anno o l'ammenda fino a 2.582 euro oltre al sequestro delle armi e della fauna eventualmente abbattuta.

© Riproduzione riservata

Commenti
Caccia sospesa in Sicilia, il TAR accoglie ricorso associazioni ambientaliste

Gaspare

Stagione venatoria 2018-19. E' solo sconcertante tutto quello che è accaduto. A questo punto vogliamo i soldi indietro, non vogliamo essere prese x i fondelli.

TONA FRANCESCO

Sono un cacciatore con 55 anni di esperienza venatoria, vivendo in Sicilia non ho mai assistito nel nostro morale di cacciatori nell'annata 2018-2019 un scempio più morale che economico in quanto avendo pagato i nostri soldi ed essendo in una regione a Statuto Speciale con una asseblea regionale, ci siamo lasciati sopraffare dopo calendario venatorio scritto ed emanato senza una sentita reazione da parte della Regione a un ricorso da parte ambientalista a mio parere non regolare in quanto il primo ricorso non era stato accettato. Con questo spero che il nostro presidente della Regione e l'Assessorato all'agricoltura provino a far valere le loro precedenti decisioni.

Silvestro

Sono disgustato dalla sentenza di oggi, con l'uscita del calendario Venatorio leggo che la caccia al coniglio si apre a settembre e si chiude a dicembre pago le tasse e succede che oggi chiudono la caccia al coniglio. Prego tutte le associazioni di fare subito un ricorso per la riapertura immediata al coniglio. Nei casi peggiori il rimborso delle tasse pagate. Grazie

Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie