Trapani Oggi

Calcio, Criaco al capolinea. Morgia in panchina? - Trapani Oggi

Trapani | Sport

Calcio, Criaco al capolinea. Morgia in panchina?

23 Novembre 2021 21:02, di Salvatore Morselli
visite 2250

Verso la chiusura il rapporto tra l'allenatore e la società

Fc Messina, capolinea, si scende.
Quella di domani in Coppa Italia sarà probabilmente la gara che segnerà il divorzio tra l’Fc Trapani 1905 e Leo Criaco, l’allenatore chiamato a sostituire Moschella dopo l’esonero di quest’ultimo.

Sulla fine del rapporto hanno inciso le opache prestazioni della squadra granata, oltremodo altruista, capace di far fare bella figura a compagini (Sancataldese, Biancavilla, Castrovillari su tutte)  sull’orlo del collasso.

Ma anche di una gestione non facile dello spogliatoio da dove escono voci incontrollate , di duri scontri verbali  con giocatori non convocati o addirittura minacciati e/o messi fuori rosa.

È chiaro che potrebbero essere solo chiacchiere da bar che in un momento di grande difficoltà che la squadra sta vivendo nascono a grappoli, ma è il sintomo di come Serenità è un termine che non alberga in casa granata.

Intanto impazza il toto nomi su chi sostituirà Criaco.
Dopo i nomi dei vari Terlizzi, Giacomarro, Aronica ( tutti circolati e tutti, pare, bruciati), prende quota un tris di nomi.

Si tratta, come scrive  goalsicilia.it, di Nicola Terranova, Pino Rigoli e Massimo Morgia, tre allenatori che hanno grande esperienza nella categoria.

Il primo, mazarese, 47 anni, il più giovane dei tre, lo scorso anno era alla guida del Castrovillari, già al Marsala, Mazara , Canicatti.
Il secondo, messinese, 58 anni, lo scorso anno a Messina, ha allenato Rende, Viterbese.
Infine, quello che in questo momento pare il pole position, Massimo Morgia, 70 anni, romano, lo scorso anno a Lamezia, nel passato a Chieri, Mantova, con esperienze in Sicilia nella stagione 96/97 a Marsala quindi a Palermo nel 98/99.
In ogni caso la società dovrà mettere mano al portafoglio.
Chiunque verrà, sia uno dei tre o un altro, chiederà di approfittare della finestra trasferimenti che si apre il primo dicembre per  avere giocatori ( almeno cinque/ sei) che corrispondano al proprio modo di vedere il calcio, portandosi dietro giocatori fidati. Insomma, l’Fc Trapani 1905 paga lo scotto del primo anno con una partenza ad handicap. Che la dirigenza spera di recuperare. E con essa, anche i tifosi.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie