Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 30 Maggio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Campo sportivo, Cucciardi: "Consiglieri di minoranza incompetenti o in malafede" - Trapani Oggi

0 Commenti

10

3

2

0

1

Testo

Stampa

Politica
Valderice

Campo sportivo, Cucciardi: "Consiglieri di minoranza incompetenti o in malafede"

26 Maggio 2014 11:42, di Niki Mazara
Campo sportivo, Cucciardi: "Consiglieri di minoranza incompetenti o in malafede"
Politica
visite 278

La discussione intorno al rifacimento del campo sportivo di Misericordia, già oggetto - nelle scorse settimane - di un Consiglio comunale aperto richiesto dagli esponenti della minoranza, si arricchisce di una nuova pagina. Un botta e risposta che tra le due parti politiche in causa che - con tutto il rispetto - rischia, forse, di far dimenticare il tema principale o, almeno quello che dovrebbe essere considerato tale, cioè il mancato inserimento nel progetto, già finanziato, della sistemazione delle dotazioni per l'Atletica (pista e pedane) e delle possibili, realistiche soluzioni a questa impasse che ha destato un certo clamore tra i tanti praticanti valdericini e non solo. La pubblichiamo, ancora una volta, integralmente. Buona lettura. "La scomposta reazione dei consiglieri di "Uniti per il futuro" e "Popolari per Valderice" - scrive la capogruppo di "Valderice torna a crederci" - dimostra inequivocabilmente come il mio comunicato abbia effettivamente colto nel segno. Ho messo in evidenza due autogol dei colleghi consiglieri sulla vicenda del campo sportivo di Misericordia e loro disperatamente cercano di rimediare attaccando chi invece ha solo sottolineato ciò che è sotto gli occhi di tutti ed è facilmente ricavabile dalla registrazione della seduta consiliare. Chi sa leggere l'italiano e a quel famoso consiglio era presente, sa che il tentativo di spostare l'attenzione e accattivarsi l'interesse della cittadinanza è stato messo in atto proprio dagli stessi consiglieri di minoranza promotori del consiglio comunale aperto che, però, hanno miseramente fallito il loro intento, perché proprio in quel Consiglio è emersa chiaramente la miopia dell'amministrazione precedente che aveva commissionato il progetto, e di coloro che ieri ne facevano parte e che da amministratori e sportivi hanno "dimenticato" la pista di Atletica. E’ emersa la mancata volontà di indicare al progettista le modifiche e/o integrazioni necessarie per il corretto e completo utilizzo della struttura sportiva. Anzi, in maniera sconsiderata, hanno tentato di scaricare tutte le colpe sul progettista che loro stessi hanno incaricato senza dire che il progetto è stato approvato dalla giunta di cui facevano parte alcuni protagonisti di oggi. Amministratori distratti, quindi, i consiglieri che oggi per fortuna di Valderice sono all’opposizione". "Consiglieri incompetenti - prosegue Cucciardi - o in mala fede quelli della minoranza che tentano di ingenerare nell’opinione pubblica una visione distorta dei fatti imputando all'attuale Amministrazione il mancato affidamento ad oggi dell'appalto per i lavori al Centro Sportivo di Misericordia. Questi dovrebbero sapere – ma sono troppo ottimista - che i tempi dipendono esclusivamente dalla Regione. Ècerto, comunque, che tutto quello che si potrà fare per sollecitare le necessarie autorizzazioni ed adempimenti, si sta già facendo e si continuerà a fare. Certo che tirare in argomento anche il ritardo legato alla vicenda del Porto di Bonagia, ha veramente dell'inverosimile! Ricordo che, alla fine della tornata elettorale dello scorso anno, i consiglieri di minoranza ed il loro candidato sindaco, proclamavano a gran voce che il giorno dopo il loro insediamento avrebbero affidato i lavori di messa in sicurezza del porto. Realtà purtroppo ben diversa verificò il sindaco Spezia al suo insediamento. Nulla era pronto e l'unica cosa che si poté fare era ottenere una proroga per scongiurare la perdita del finanziamento. Da allora l'Amministrazione non ha mai perso tempo, occasioni ed impegno per sollecitare la Regione e percorrere tutte le strade possibili per giungere alla soluzione del problema e superare tutti gli ostacoli burocratici. Naturalmente non è ancora finita ma la differenza tra quanti promettono e poi abbandonano e quanti, invece, continuano a lavorare e non si arrendono dinanzi alle difficoltà, sarà presto all'evidenza dei fatti".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings