Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 17 Ottobre 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Carcere affollato e personale di Polizia Penitenziaria insufficiente, la denuncia di Veneziano (UILPA) - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

0

0

4

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Carcere affollato e personale di Polizia Penitenziaria insufficiente, la denuncia di Veneziano (UILPA)

31 Luglio 2017 14:04, di Ornella Fulco
Carcere affollato e personale di Polizia Penitenziaria insufficiente, la denuncia di Veneziano (UILPA)
Attualità
visite 637

"Sono attualmente 540 i detenuti, di cui oltre 100 dell'Alta Sicurezza, 373 comuni, 56 per reati contro la persona, 22 in articolo 21, e 4 in semilibertà ma il dato più drammatico è la presenza di oltre 150 stranieri”. Con queste parole Gioacchino Veneziano, segretario generale della UILPA Polizia Penitenziaria Sicilia torna a chiedere attenzione sulla situazione della Casa circondariale di Trapani, dove il personale di Polizia Penitenziaria è insufficiente, secondo il sindacalista, a far fronte alle numerose esigenze sia di sicurezza sia trattamentali. Veneziano, che domani intorno alla ore 10 effettuerà una visita al carcere trapanese insieme al segretario provinciale Ignazio Carini e al segretario provinciale del Nucleo operativo traduzioni Alessandro Liparoti, afferma: "Chiediamo l'intervento della politica, a tutti i livelli di responsabilità, per i problemi della Polizia Penitenziaria che riguardano anche l’ordine pubblico in generale, considerato che un eventuale evento critico all’interno del carcere si ripercuoterebbe inevitabilmente verso l’esterno”. Secondo il segretario provinciale della UILPA, le "mancate assunzioni stanno rendendo l’apparato di sicurezza attempato e non più in grado di assolvere i compiti con la necessaria energia e operatività: per controllare 540 detenuti, vi sono appena 230 poliziotti e, di questi, 50 sono impegnati nelle traduzioni e nei piantonamenti che, nel 2016, sono stati 3000 come trasferimenti e 1000 come visite ambulatoriali dei reclusi presso luoghi esterni di cura. "Il reparto di Polizia Penitenziaria - prosegue Veneziano - nei primi sette mesi dell’anno in corso ha dovuto gestire circa 150 eventi critici, tra cui atti di autolesionismo e aggressioni ai poliziotti, quindi con percentuali di un caso al giorno. Il personale di Polizia è allo stremo, calcolato che, attualmente, nella Casa circondariale, sono presenti solo due educatori e, quindi, inevitabilmente si scarica tutto sul personale di Polizia Penitenziaria che opera in 'trincea'". "La UILPA Polizia Penitenziaria - conclude Veneziano - trasmetterà una dettagliata relazione al Ministro della Giustizia Andrea Orlando, al Capo del Dipartimento Presidente Santi Consolo, al Capo del Personale Pietro Buffa, al Capo della Direzione generale dei Detenuti Roberto Calogero Piscitello e ai parlamentari nazionali dei 5 Stelle e del Partito Democratico, sperando che si sveglino e si dedichino, anche in questo lembo di terra penitenziaria, di chi si occupa esclusivamente della sicurezza e la legalità nelle carceri".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings