Trapani Oggi

Casa circondariale: concerto di "Mazzarella &friends" per i detenuti - Trapani Oggi

Trapani | Attualità

Casa circondariale: concerto di "Mazzarella &friends" per i detenuti

26 Agosto 2016 13:40, di Niki Mazzara
visite 500

Due ore per stare insieme gustando il piacere e le emozioni suscitate dalla musica con un finale all'insegna della condivisione delle diverse tradizio...

Due ore per stare insieme gustando il piacere e le emozioni suscitate dalla musica con un finale all'insegna della condivisione delle diverse tradizioni canore. Questo è quanto accaduto, ieri pomeriggio, alla Casa circondariale di Trapani dove il gruppo musicale formato dal dottore Giuseppe Mazzarella, noto in città per essere il medico sociale del Trapani Calcio, Salvatore e Luana Perniciaro (padre e figlia) e Lillo De Lauro, si è esibito per i detenuti nella sala teatro dell'Istituto penitenziario. L'iniziativa segue ad un incontro, sempre a tema musicale, svoltosi un paio di mesi fa nell'ambito del laboratorio di Lettura e Scrittura creativa che la psicologa e psicoterapeuta Fabrizia Sala e la giornalista Ornella Fulco tengono, a titolo di volontariato, con alcuni degli ospiti della Casa circondariale trapanese. Dalla musica tradizionale siciliana e napoletana a "classici" del pop italiano come i Modugno, i Pooh, Baglioni e Lucio Dalla, alla grande musica internazionale di Frank Sinatra, Gloria Gaynor e Noa, per poi lasciare spazio, nell'ultima mezz'ora, alle esibizioni estemporanee di alcuni detenuti, tra cui un ragazzo tunisino e un giovane senegalese, che hanno cantato nella loro lingua madre scatenando il gradimento degli altri detenuti di origine africana presenti. Presente al concerto, che ha registrato numerosi applausi "a scena aperta" da parte dei detenuti, il comandante di reparto della Polizia Penitenziaria, commissario Giuseppe Romano, che ha ringraziato Mazzarella e compagni, anche a nome dei vertici del carcere trapanese, per il tempo e l'attenzione che hanno voluto dedicare ai detenuti nel solco delle attività che, in varie modalità, si svolgono all'interno dell'Istituto sia dal punto di vista rieducativo che ricreativo e socializzante. Al termine la classica foto di gruppo e l'impegno - che sicuramente sarà onorato dal gruppo musicale - di tornare ad esibirsi alla Casa circondariale di Trapani.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie