Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 18 Novembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Celebrati i 200 anni della fondazione della Polizia Penitenziaria - Trapani Oggi

0 Commenti

4

0

0

0

2

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Celebrati i 200 anni della fondazione della Polizia Penitenziaria

22 Settembre 2017 13:24, di Ornella Fulco
Celebrati i 200 anni della fondazione della Polizia Penitenziaria
Attualità
visite 478

Festeggiati,  alla Casa circondariale di Trapani, i 200 anni dalla fondazione della Polizia Penitenziaria. Alla cerimonia, svoltasi nella sala-teatro dell'Istituto, hanno partecipato le massime autorità civili, militari e religiose cittadine, oltre a una rappresentanza del personale in servizio e in quiescenza. Il comandante di Reparto, commissario capo Giuseppe Romano, ha evidenziato, nel suo discorso, le problematiche relative alla carenza di personale - sono in servizio 248 unità fronte delle almeno 320 necessarie per adempiere a tutti i compiti in un carcere che ospita 540 detenuti, di cui quasi quasi un terzo stranieri. "Si tratta - ha proseguito Romano - di un numero certamente destinato a crescere appena saranno riaperti il reparto Tirreno e l'Egeo, attualmente in fase di ristrutturazione". Le criticità all'interno della Casa circondariale nascono anche dalla inadeguatezza delle strutture che, tranne che nel nuovo padiglione Adriatico, rendono difficile o pericoloso per la sicurezza applicare in toto quanto richiesto dalla normativa e dalla sentenza Torregiani in materia di attività proposte ai detenuti e di ore di permanenza giornaliera fuori dalle celle. Romano ha tracciato un bilancio dell'attività dei poliziotti penitenziari ricordando, ad esempio, il numero di traduzioni effettuate, le operazioni di pg (70), le notizie di reato (30) trasmesse all'Autorità giudiziaria, il monitoraggio dei detenuti islamici radicalizzati o a rischio di divenirlo. "Oggi è una giornata di festa per il nostro Corpo - ha concluso - ma restano tanti problemi da risolvere: auspichiamo che la Politica sappia trovare soluzioni per garantire condizioni di detenzione dignitose e sicurezza per i poliziotti penitenziari che sono sottoposti ad un compito particolarmente usurante". "Il carcere si regge sulle gambe di tutti coloro che ci lavorano - ha detto il direttore della Casa circondariale, Renato Persico, - ed è necessario un forte spirito di squadra per affrontare un quadro di crescente difficoltà e che, di fronte anche a gravi episodi, ha visto la Polizia Penitenziaria svolgere un ruolo attivo e risolutivo". Il direttore ha assicurato "impegno costante nel rappresentare i problemi e sollecitare un intervento dei superiori uffici volto a risolvere le problematiche strutturali e di carenza del personale e dar modo di poter fruire di locali idonei sia per chi svolge la propria opera professionale sia per coloro che sono ristretti". Persico ha voluto ricordare  poliziotti penitenziari caduti l'adempimento del loro dovere e ha anticipato che, dopo l'intitolazione dell'aula bunker a Giuseppe Montalto, sarà presto scoperto un busto dedicato a questo agente che ha fatto il proprio dovere fino al sacrificio della vita.

© Riproduzione riservata

Commenti
Celebrati i 200 anni della fondazione della Polizia Penitenziaria
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie