Trapani Oggi

Centri accoglienza per famiglie bisognose, lo chiede l'Osservatorio per la legalitÓ - Trapani Oggi

Trapani | Politica

Centri accoglienza per famiglie bisognose, lo chiede l'Osservatorio per la legalitÓ

15 Marzo 2016 13:37, di Niki Mazzara
visite 586

Centri d'accoglienza per famiglie senza un tetto come si fa per iámigranti.A chiederlo Ŕ l'Osservatorio per la legalitÓ di Trapani a seguito dell'enne...

Centri d'accoglienza per famiglie senza un tetto come si fa per i├é┬ámigranti.A chiederlo ├Ę l'Osservatorio per la legalit├á di Trapani a seguito dell'ennesima storia di disagio e povert├á riguardante una famiglia trapanese, i Corso - di cui ci siamo occupati su queste pagine nei giorni scorsi - costretti a vivere in un'auto dopo una serie di vicissitudini seguite all'uscita dall'alloggio popolare che occupavano abusivamente. La vicenda era stata segnalata in Consiglio comunale e poi agli organi di informazione dal consigliere comunale Felice D'Angelo. "Il diritto alla vita e la pari dignit├á - sottolinea l'avvocato Vincenzo Maltese - non possono essere negati, in particolar modo quando ci sono di mezzo bambini, senza contare le precarie condizioni di igiene per l'impossibilit├á di lavarsi. Una situazione che va affrontata nelle sedi istituzionali e che non ├Ę, per nulla, dissimile da quella dei migranti che giungono sulle nostre coste, senza aver nulla ma ai quali le Istituzioni garantiscono, invece, un pasto caldo, un sostentamento, le cure del caso e, soprattutto, un tetto sotto cui dormire. Pari opportunit├á quindi, ed uguaglianza nel trattamento dei soggetti pi├╣ deboli sono alla base di una societ├á civile ma anche principi fondanti della nostra Costituzione. Da qui la richiesta di un intervento in favore non soltanto della famiglia Corso ma di tanti che vivono questo dramma". La richiesta ├Ę stata inviata al Prefetto e ai sindaci di Trapani, Erice e Paceco perch├Ę, previa audizione della famiglia "si possano far carico della vicenda, che riveste carattere nazionale, chiedendo di intervenire nelle competenti sedi, e in particolare presso il Ministero delle Politiche sociali, di predisporre bandi per la gestione di centri di accoglienza per soggetti indigenti al pari dei migranti; di mettere a disposizione locali di pertinenza comunale allo stato inutilizzati (es. CARA di Salinagrande); per l'amministrazione e i signori consiglieri comunali, visto che il 2015 ├Ę stato l'anno record di tasse comunali, di farsi carico temporaneamente di sostenere il costo per dare un alloggio consono alla famiglia, magari rinunciando per questo mese al gettone di presenza". ┬ôRimango fiducioso in attesa di un celere riscontro - conclude Maltese - il problema ├Ę serio e va affrontato definitivamente e non solo temporaneamente, legalit├á ├Ę anche sinonimo di dignit├á".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie