Trapani Oggi
Trapani Oggi

Giovedì, 14 Novembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Centro di primo soccorso per tartarughe - Trapani Oggi

0 Commenti

3

2

2

2

5

Testo

Stampa

Attualità
Favignana

Centro di primo soccorso per tartarughe

18 Febbraio 2015 09:22, di Niki
Centro di primo soccorso per tartarughe
Attualità
visite 193

Dopo una lunga attesa e una procedura di acquisto molto complessa arrivano a Favignana le prime dotazioni per il Centro di primo soccorso per tartarughe marine dell’Area marina protetta "Isole Egadi", in fase di realizzazione a Palazzo Florio. Si tratta delle attrezzature necessarie per l’allestimento dello stabulario, in cui saranno ospitate le tartarughe soccorse e recuperate. Ora si aspetta di poter procedere all’adeguamento della struttura e alla installazione delle dotazioni, nonché all’allestimento degli altri locali indispensabili per il funzionamento del Centro, a partire dall’ambulatorio veterinario, in cui effettuare le prime cure mediche in caso di necessità. Il Centro tartarughe di Favignana è il primo in provincia di Trapani e sarà gestito direttamente dall’Amp "Isole Egadi", con il supporto tecnico-scientifico del WWF Italia e di Legambiente. Per la sua costituzione sono stati ottenuti finanziamenti dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, un finanziamento da Federparchi nell’ambito del “Fondo Italiano per la Biodiversità”. Il centro, inoltre, godrà di una sponsorizzazione triennale del marchio Riomare del Gruppo Bolton Alimentari per sostenere i costi di gestione. Inoltre, nell’ambito del progetto comunitario LIFE Tartalife LIFE12 NAT/IT/000937, di cui l’Amp è partner, il centro sarà potenziato e promosso a vero e proprio Centro di recupero per tartarughe marine. “E’ un progetto ambizioso - dichiara il presidente dell’Amp e sindaco di Favignana Giuseppe Pagoto - che ha comportato un lungo iter per la sua realizzazione e il riconoscimento da parte delle Autorità preposte, su cui l’Amministrazione ha preso un importante impegno per gli anni a venire. Per il recupero degli esemplari, sarà fondamentale il contributo operativo di Capitaneria di porto, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria, con cui abbiamo una collaborazione eccezionale, e che ringraziamo per il costante supporto. ” Il direttore dell’Amp, Stefano Donati, aggiunge che “il centro sarà pronto e operativo per sei mesi a cavallo della prossima stagione estiva e svolgerà anche attività di educazione ambientale con le scuole.”

© Riproduzione riservata

Commenti
Centro di primo soccorso per tartarughe
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie