Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 18 Maggio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Commemorazione dei defunti, il messaggio del vescovo Fragnelli - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

1

4

2

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Commemorazione dei defunti, il messaggio del vescovo Fragnelli

01 Novembre 2014 09:24, di Ornella Fulco
Commemorazione dei defunti, il messaggio del vescovo Fragnelli
Attualità
visite 469

Si celebra domani, 2 novembre, la commemorazione dei defunti: la Chiesa, in tutte le sue comunità, invita a pregare per i defunti: non solo per i propri cari ma per tutti, soprattutto per quelli che nessuno ricorda.  “La perdita di qualcuno a noi caro ci ha apparentemente reso più fragili ma paradossalmente la loro presenza “diversa” accanto a noi aiuta e sostiene la nostra debolezza", dice il vescovo Pietro Maria Fragnelli citando un passo di Lumen Gentium nel suo messaggio ai fedeli della Diocesi di Trapani, in occasione della ricorrenza. "La debolezza - prosegue - ha tante facce: colpisce i figli che hanno perso i genitori, ma anche i genitori che hanno perso i figli; colpisce i lavoratori che hanno visto colleghi morire sul luogo di lavoro; colpisce alunni che vedono i posti lasciati vuoti da compagni e compagne morti in incidenti stradali; colpisce famiglie che hanno visto partire congiunti a causa di malattie incurabili o per la  violenza mafiosa che nessuno riesce a bloccare; colpisce militari e forze dell’ordine che perdono colleghi coraggiosi e fedeli al dovere; colpisce volti e cuori a noi sconosciuti che hanno perso i loro cari nei marosi del Mediterraneo o nella follia delle guerre. Davvero siamo folla, noi che varchiamo la soglia dei cimiteri in questo 2 novembre. Siamo folla, sì, eppure siamo comunità". Monsignor Fragnelli presiederà la messa in suffragio delle vittime di tutte le guerre in programma domani alle ore 10.45 presso il sacrario del Cimitero comunale di Trapani. "Nell’entrare nel cimitero - si legge ancora nel messaggio del vescovo - prenderò sotto braccio tutti i fratelli e le sorelle che il Signore mi ha dato in questa terra santa e dirò: Venite, andiamo incontro a coloro che sono chiamati a risorgere. La morte non ci spaventi. Anche noi siamo chiamati alla vita che non muore! Noi siamo comunità. In Cristo risorto”. Per leggere il messaggio integrale cliccare qui

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings