Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 27 Novembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Concessioni demaniali nell'Amp, audizione all'Ars - Trapani Oggi

0 Commenti

4

0

1

0

1

Testo

Stampa

Politica
Favignana

Concessioni demaniali nell'Amp, audizione all'Ars

31 Ottobre 2014 19:57, di Niki Mazara
Concessioni demaniali nell'Amp, audizione all'Ars
Politica
visite 265

Si è svolta ieri a Palermo, a Palazzo dei Normanni, l’audizione della IV Commissione dell’ARS richiesta dal Comune di Favignana e dall’Area marina protetta "Isole Egadi" sul tema delle concessioni demaniali nel territorio della riserva. All’incontro, presieduto dal presidente Giampiero Trizzino, erano presenti diversi deputati regionali, il sindaco delle Egadi e presidente dell’Amp, Giuseppe Pagoto, il direttore dell’Area marina protetta, Stefano Donati, e alcuni dirigenti del Dipartimento regionale Ambiente-Demanio marittimo-Servizio 5. Il sindaco Pagoto ha relazionato sul problema delle decine di concessioni demaniali rilasciate, sia in fase di prima concessione che di rinnovo, in assenza di approvazione, da parte della Regione, del Pudm (Piano di utilizzo del demanio marittimo), già adottato dal Consiglio comunale delle Egadi nel 2012, e delle concessioni in fase istruttoria senza che sia stata effettuata una valutazione di impatto ambientale integrata. Pagoto ha evidenziato, inoltre, che alcune concessioni demaniali marittime recentemente rilasciate dalla Regione hanno prodotto forti tensioni tra la popolazione locale "perchè le stesse sono state, in questo modo, autorizzate senza tenere conto del contesto ambientale e del parere contrario espresso dallo stesso Comune". Pagoto ha espresso la necessità di tutelare il territorio delle Egadi dalle speculazioni edilizie, ricordando che l'amministrazione comunale si è dotata, in passato, di un 'Piano di salvaguardia' finalizzato anche alla tutela delle coste. Il primo cittadino ha chiesto, nell'attesa dell'approvazione del Pudm, una moratoria sul rilascio delle concessioni demaniali. Il presidente Trizzino, in proposito, ha richiesto chiarimenti ai funzionari regionali, mentre l’onorevole Girolamo Fazio ha invitato i funzionari stessi ad adottare i provvedimenti solo se in conformità al Pudm del Comune. Il dottore Di Martino, dirigente del Demanio, ha precisato che il ritardo nell'approvazione del Pudm è ascrivibile alle criticità nel rilascio della valutazione ambientale strategica (VAS) regionale, e che è stata presentata una proposta di modifica normativa da parte degli uffici per rendere la procedura di approvazione più celere. Di Martino, inoltre, ha assicurato che nei futuri rilasci di concessioni sarà tenuto conto dell’eventuale parere negativo del Comune. "Possiamo definire l’incontro positivo – ha commentato il sindaco Pagoto – alla luce dell’impegno assunto dal dirigente del Demanio e delle proposte avanzate dai parlamentari regionali per cercare di migliorare la normativa al riguardo. Ringrazio l’onorevole Fazio che ha richiamato la necessità di raggiungere una maggiore sinergia e condivisione degli atti da parte degli uffici del Demanio e degli enti locali".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings