Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 08 Luglio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Consiglio Provinciale, sport e sanità in primo piano - Trapani Oggi

0 Commenti

3

2

1

1

6

Testo

Stampa

Sport

Consiglio Provinciale, sport e sanità in primo piano

16 Giugno 2011 14:18, di Niki Mazara
Consiglio Provinciale, sport e sanità in primo piano
Sport
visite 242

Trapani, 16 giugno 2011- Due i temi principali al centro del dibattito sulle comunicazioni svoltosi ieri sera in Consiglio Provinciale: gli ottimi risultati conseguiti dal Trapani Calcio e da diverse altre realtà sportive anche minori e la grave situazione in cui versa la sanità pubblica. Prima di dar vita al dibattito sulle comunicazioni, l’Aula ha comunque approvato, alla unanimità, un atto di indirizzo, a suo tempo presentato dal capogruppo del PD, Salvatore Daidone,ma sottoscritto anche da diversi Consiglieri di tutti i gruppi politici, che dà mandato al Presidente della Provincia di avviare le procedure per uno studio di fattibilità per la realizzazione, nel tratto di mare che va dalla Torre di Mezzo di Marausa al molo Tre Torri, di una barriera frangiflutti soffolta, cioè di difesa, allo scopo di salvaguardare la costa. In tal modo – si afferma nell’atto di indirizzo - si metterebbe in sicurezza la strada “Viale Mothia” eliminando la presenza delle alghe morte e favorendo la possibilità che lungo tale tratto si ricreino, anche con la mano dell’uomo, nuovi tratti di spiaggia. Basterebbe pensare, per esempio, al tratto di costa della litoranea Nord di Trapani, dalla nota “pescheria” all’area di fronte Piazza Vittorio Emanuele, in cui la realizzazione della barriera frangiflutti ha consentito il recupero di un’ampia area, oggi divenuta spiaggia fruibile, oltre al recupero operato sul piano dell’immagine della città di Trapani in uno dei suoi punti strategici e più caratteristici.Per quanto riguarda le imprese sportive del Trapani Calcio promosso in Prima Divisione e di altre società (il Presidente Poma nel suo intervento iniziale ha ricordato anche i successi del Basket Trapani, dell’A.D. Basket “Gea Magazzini” Alcamo, della Nuova Pallacanestro Marsala e della squadra di pallavolo dello Sporting Club Essepiauto di Mazara del Vallo), è stato il Consigliere del PDL, Enzo Domingo, ad avanzare per primo la proposta di organizzare una manifestazione durante la quale premiare, con la consegna di apposite targhe ricordo, tutti gli atleti e i dirigenti del Trapani Calcio e delle altre compagini interessate che, grazie alle loro imprese, contribuiranno a dare alla nostra provincia una notevole visibilità a livello nazionale atta a garantire un sicuro ritorno in termini turistici ed economici.  La proposta di Enzo Domingo è stata poi sostanzialmente condivisa e rilanciata anche dai Consiglieri: Salvatore Daidone (PD), Santo Corrente (MPA), a nome anche della Commissione Sport da lui presieduta, Giuseppe Ortisi (Gruppo Misto), che ha proposto di estendere la premiazione anche a due formazioni minori, Città di Trapani ed Allievi Trapani Calcio, che hanno acquisito il diritto a disputare a Chianciano le finali nazionali di rispettiva competenza, categorie giovanissimi ed allievi professionisti, nonché dal Vice Presidente della Provincia, On. Vincenzino Culicchia.  L’argomento relativo alla situazione della sanità pubblica è stato invece posto, in termini aspramente critici, in particolare nei confronti del competente Assessore Regionale Massimo Russo, dal Consigliere Pietro Pellerito. Il diritto alla salute nella nostra provincia – ha detto fra l’altro l’esponente  di Alleanza per la Sicilia – viene sempre meno e l’Assessore Russo è come Pinocchio, mentre la montagna della sua riforma ha partorito un topolino che è la disfatta della provincia di Trapani. La cittadina di Erice è stata incredibilmente privata della essenziale presenza della guardia medica, sono praticamente scomparsi gli ospedali di Salemi e di Alcamo (dove ora, di notte e nei giorni festivi, non c’è più neanche il medico pediatra), mentre quello di Mazara del Vallo è chiuso per lavori di ristrutturazione. Le attese per le analisi – ha aggiunto Pellerito – durano anche sei mesi ed al cittadino-utente non rimane altro che ricorrere alle strutture private, mentre le ambulanze sono state si dotate della presenza di medici anestesisti ma sottraendoli alle sale operatorie che così non possono più funzionare. L’Assessore Russo – ha detto ancora Pellerito –  ha arricchito la sanità di Palermo dove tanti sono ormai costretti a recarsi per quasi tutte le cure. Dobbiamo attivarci perché le cose cambino, per questo chiedo la convocazione di un Consiglio straordinario ed aperto con la partecipazione di tutti i Sindaci. Critico sulla questione-sanità pubblica anche il Consigliere Silvano Bonanno (MPA – Progetto Sud di Mazara del Vallo) secondo cui diverse cose che non funzionano vanno imputate alla carenza degli organici, medici in primo luogo ma anche personale paramedico, ed alla estrema lentezza con cui procede l’iter per l’indizione dei relativi concorsi. Per Bonanno infatti il preposto ufficio amministrativo (dove peraltro opererebbe un solo impiegato part-time) non sarebbe adeguato al compito affidatogli e, continuando di questo passo, ci vorranno almeno 5 anni per arrivare a bandire i concorsi in questione. Gli eventuali ritardi nell’espletamento di questi concorsi – ha sottolineato a sua volta il Vice Presidente della Provincia, On. Culicchia – vanno colmati.  Il Consigliere Giuseppe Ortisi invece, per il quale i problemi non possono comunque risolversi soltanto con lo svolgimento dei pur necessari concorsi perché esiste una situazione di complessivo depauperamento delle strutture sanitarie pubbliche, ha dato ragione a Pietro Pellerito quando critica i responsabili del settore sanitario a livello regionale. Con l’avvento del Presidente Lombardo – ha detto in particolare il capo del gruppo misto – non si è registrata alcuna svolta rispetto al cosiddetto “cuffarismo” e si è continuato ad affossare la sanità pubblica per dare ai privati. Sempre relativamente al dibattito consiliare di ieri sera, da segnalare anche l’intervento di Salvatore Daidone (capogruppo PD) che ha innanzitutto sollecitato la presenza in aula del Presidente della Provincia affinché possa rispondere a tutta una serie di urgenti questioni che devono essere sottoposte alla sua attenzione. Daidone, considerato che non si è proceduto (come da lui chiesto nella seduta consiliare del 30 maggio scorso) al ritiro in autotutela, per palese illegittimità, della determina presidenziale n. 47 del 17 maggio 2011, con cui l’Ing. Angelo Mistretta è stato nominato Dirigente del Settore Territorio e Ambiente, con incarico a tempo determinato extra-dotazionale, ha poi ribadito la richiesta di trasmissione di tutti gli atti propedeutici e della stessa determina presidenziale n.47/2011 alla Corte dei Conti, nonché all’Assessorato Regionale Enti Locali e alla Commissione Nazionale di cui all’art. 71 del D. Lgs. 150/2009 (Brunetta) – Dipartimento Funzione Pubblica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il capogruppo del PD, inoltre, nel preannunciare una prossima interrogazione sull’aeroporto di Trapani-Birgi alla luce dei negativi riflessi del conflitto con la Libia, ha chiesto di sapere che fine abbiano fatto i 10 milioni di euro di ristoro promessi dal Governo italiano, che cosa intende fare a questo proposito il Presidente della Provincia, se è stato rinnovato il Patto di sindacato scaduto lo scorso 13 maggio, perché non si parla più della preannunciata concessione definitiva a favore dell’Airgest, se i Ministri Matteoli e Tremonti abbiano firmato e controfirmato il relativo decreto. Non vorrei – ha chiosato Daidone – che ci si dimenticasse della provincia di Trapani. Infine, a nome dell’intero gruppo del PD, il Consigliere Daidone ha espresso vicinanza e solidarietà al Presidente Mimmo Turano il quale – ha detto – si sente minacciato e vessato così come affermato nel corso di una riunione ufficiale con le organizzazioni sindacali. Sono parole che mi fanno preoccupare – ha aggiunto Daidone – ed il Presidente della Provincia bene farebbe ad informare i competenti organi.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings