Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 18 Novembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Continuità territoriale per Trapani e Comiso - Trapani Oggi

1 Commento

0

0

0

1

0

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Continuità territoriale per Trapani e Comiso

16 Luglio 2019 19:58, di Redazione
Continuità territoriale per Trapani e Comiso
Attualità
visite 1476

 “Sicuramente una buona notizia per i siciliani, che così vedono sempre più vicina la tanto sospirata continuità territoriale che aspettano da sempre”.Questo quanto affermato  dal deputato del M5S alla Camera Antonio Lombardo, in merito al decreto ministeriale del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli, che fissa gli oneri di servizio pubblico su alcune rotte da e per gli aeroporti di Trapani e Comiso.
Nello specifico, per ogni singola tratta gli utenti dovranno avere garantite frequenze, orari e un numero minimo di posti. Per evitare rincari ingiustificati sono previste le tariffe massime da applicare per tutto l’anno su ciascuna rotta, sia per i residenti in Sicilia che per i non residenti. “Per far fronte agli obblighi di compensazione lo Stato si farà carico di 31 milioni di euro, mentre la regione siciliana finanzierà 17 milioni. Questo decreto è un segno tangibile della volontà di questo governo di assicurare ai cittadini di ogni regione, servizi e trasporti regolari ed efficienti”, conclude Lombardo.

© Riproduzione riservata

Commenti
Continuità territoriale per Trapani e Comiso

Alessandro Riolo

A me non pare proprio una buona notizia, anzi. Quello che ho capito, leggendo e analizzando il decreto firmato jeri da Danilo Toninelli, e che per Birgi prevede appena 3 voli A/R ogni 2 giorni. Se gli aerei per Birgi viaggiassero sempre pieni, impossibile viste le rotte in questione, la misura aggiungerebbe 160 mila pax in più all'anno. Anche in questa ipotesi irrealistica, a che servirebbe? Ma poi, quale sarebbe il costo unitario? Se per questa continuità  territoriale a Birgi si spendono, come letto fino ad oggi, 20 milioni di Euro, soldi del contribuente, sarebbero €41 di sovvenzioni a passeggero, nell'ipotesi, ripetiamo assurda, che gli aerei viaggiassero sempre a pieno carico. Solo io trovo pazzesco? Ovviamente, è più probabile che i fattori di riempimento di quelle 6 rotte (Ancona, Brindisi, Napoli, Parma, Perugia, Trieste) raggiungano al massimo il 40%. Ammettiamo, sempre per assurdo, che si trovi qualche compagnia aerea che si accolli quelle 6 rotte. Che otteniamo? 70 mila pax annui in più e 100-150 mila Euro di ricavi in più¹ per Airgest? Solo io lo trovo pazzesco? E però, per tenere in piedi Airgest altri 3 anni qualcuno ci dovrà mettere 15 milioni di Euro per ricapitalizzarla, per permettere di spenderne altri 17, per ottenere 70 mila pax. Quindi alla fine questi 70 mila pax in continuità  territoriale potrebbero costare al contribuente 33-34 milioni di Euro, cioè tra i 120 ed i 150 Euro a pax di sovvenzione pubblica. Solo io lo trovo pazzesco? **Ci prenderanno, giustamente, a male parole da tutta Italia.**

Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie