Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 25 Ottobre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Coronavirus. Atteniamoci alle regole per arginare il virus - Trapani Oggi

1 Commento

0

4

2

3

1

Testo

Stampa

Cronaca

Coronavirus. Atteniamoci alle regole per arginare il virus

07 Marzo 2020 11:59, di Laura Spanò
Coronavirus. Atteniamoci alle regole per arginare il virus
Cronaca
visite 21754

Una nuova stretta per arginare la diffusione del Covid-19 sarà contenuta nel Dpcm che il premier Giuseppe Conte dovrebbe firmare in giornata. Fra le misure di cui avrebbe parlato nel corso della notte con i ministri durante il Cdm, l'ipotesi di istituire nuove zone rosse, ma anche zone gialle più diffuse. Nonché una nuova stretta per tutti: «Ci saranno norme più restrittive per l'intero territorio nazionale - spiega una fonte di governo - per limitare le ipotesi di assembramenti».Venticinque contagi l'ora: 4.636 casi di cui guariti 523, morti 197. Sono i dati rilevati finora sulla velocità di trasmissione del coronavirus nel nostro Paese con 620 malati in più in un giorno. Ieri il primo caso anche in Vaticano; 49 morti in più rispetto a giovedì, con un aumento del 33,1%, che fanno arrivare il totale a 197, il 4,25% del totale dei malati. 
Si estende il contagio da Coronavirus in Sicilia Altri due casi positivi si registrano nel messinese. Si tratta di un vigile del fuoco di Sant'Agata di Militello e di un anziano. Il primo è stato trasferito al reparto di Malattie infettive dell'ospedale Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto. In servizio a  Roma il pompiere sarebbe rientrato nei giorni scorsi a Sant'Agata di Militello. Il pensionato, invece, è attualmente  in isolamento nella propria abitazione a Messina. I tamponi saranno inviati nelle prossime ore allo Spallanzani di Roma. 
Ieri il primo caso anche nell'Agrigentino: un medico in servizio all'ospedale 'Giovanni Paolo IÌ di Sciacca, avrebbe contratto il virus nella zona del Bergamasco, dove si era recata recentemente. «E un caso isolato - ha spiegato il sindaco Francesca Valenti, riunendo nel tardo pomeriggio il Centro operativo comunale - il contagio non è avvenuto a  Sciacca ma in un'altra città siciliana. Un positivo anche a Palermo si tratta di un carabiniere tornato dalle vacanze in Trentino ma transitato dall'aeroporto di Verona. Nel trapanese, rispettando le regole imposte dai nuovi provvedimenti, tanti che in queste ore arrivano dal Nord Italia, dopo avere dato notizia ai medici di famiglia stanno attuando la quarantena in casa.
L'autorità sanitaria ha subito attivato tutti i protocolli sanitari previsti».   Secondo il bollettino diffuso ieri dalla Presidenza della Regione siciliana dall'inizio dei controlli, i laboratori regionali di riferimento (Policlinici di Palermo e Catania) hanno effettuato 547 tamponi, di cui 511 negativi e 12 in attesa dei risultati. Ventiquattro fino a ieri i tamponi trasmessi all'Istituto superiore di sanità 24 campioni, di cui sette già validati da Roma (tre a Palermo e quattro a Catania).

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings