Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 18 Maggio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Coronavirus. Tre persone contagiate nel milanese, 60 le persone in quarantena. - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Cronaca

Coronavirus. Tre persone contagiate nel milanese, 60 le persone in quarantena.

21 Febbraio 2020 12:19, di Redazione
Coronavirus. Tre persone contagiate nel milanese, 60 le persone in quarantena.
Cronaca
visite 1052

Tre persone sono state contagiate da Coronavirus in Lombardia. Si tratta di un 38enne ricoverato all’ospedale di Codogno, nel Lodigiano, della moglie e di un amico, questi ultimi ricoverati al Sacco di Milano. Il 38enne “è ricoverato in terapia intensiva con insufficienza respiratoria all’ospedale di Codogno i cui accessi al Pronto Soccorso e le cui attività programmate sono attualmente interrotti”, ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Gallera. Il 38enne non è mai stato in Cina, ma a inizio febbraio sarebbe stato a cena con un amico di ritorno dal Paese asiatico da dove è partita l’epidemia.Dopo i primi casi di Coronavirus registrati in Lombardia circa 60 persone saranno poste in quarantena. Lo riferisce l'agenzia di stampa Ansa, secondo si tratta di 60 persone entrate in contatto con il 38enne ricoverato a Codogno in gravi condizioni. Non è ancora stato definito dove trascorreranno il periodo in quanrantena, se in una struttura ad hoc o nelle proprie abitazioni.
Coronavirus: in isolamento i familiari del 38enne ricoverato a Codogno. Lo ha detto l'assessore Gallera a RaiNews: "Abbiamo già ricostruito sia i contatti dei medici, degli infermieri, dei familiari più stretti a cui abbiamo già fatto i tamponi. Sono già stati messi tutti in isolamento o chiamati a stare in isolamento al loro domicilio. La moglie, i genitori". Gallera ha aggiunto che "la macchina quindi si è mossa con rapidità. Oggi siamo sul suo posto di lavoro" per fare "i tamponi a tutti i suoi colleghi.
Nel frattempo, l’assessore Gallera ha invitato i residenti di Codogno e Castiglione d’Adda a: “restate a casa”. “Si invitano – scrive in un comunicato – tutti i cittadini di Castiglione d’Adda e di Codogno, a scopo precauzionale, a rimanere in ambito domiciliare e ad evitare contatti sociali. Per coloro che riscontrino sintomi influenzali o problemi respiratori l’indicazione perentoria è di non recarsi in pronto soccorso ma di contattare direttamente il numero 112 che valuterà ogni singola situazione e attiverà percorsi specifici per il trasporto nelle strutture sanitarie preposte oppure ad eseguire eventualmente i test necessari a domicilio. È attiva da ieri sera una task force regionale che sta operando in stretto contatto con il Ministero della Salute e con la Protezione Civile. La maggior parte dei contatti delle persone risultate positive al Coronavirus è stata individuata e sottoposta agli accertamenti e alle misure necessarie”.
 

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings