Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 29 Gennaio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Corpus Domini, celebrazioni in città e nella Diocesi - Trapani Oggi

0 Commenti

4

0

1

0

0

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Corpus Domini, celebrazioni in città e nella Diocesi

28 Maggio 2016 14:55, di Niki
Corpus Domini, celebrazioni in città e nella Diocesi
Attualità
visite 306

Si celebra domani la solennità del Corpus Domini. A Trapani la messa presieduta dal vescovo Pietro Maria Fragnelli sarà celebrata alle ore 18.00 al Santuario della Madonna di Trapani. Da qui partirà la processione che, lungo via Fardella, raggiungerà poi la cattedrale “San Lorenzo” dove si terrà la benedizione eucaristica. “In quest’Anno Santo straordinario - spiega il vicario zonale monsignor Gaspare Gruppuso - con i parroci della città abbiamo deciso di vivere la solennità del Corpus domini nelle due chiese giubilari della città. Per i fedeli che lo desiderano sarà anche l’occasione di vivere l’esperienza giubilare. Il percorso sarà animato a turno dalle comunità parrocchiali per favorire la partecipazione delle comunità, associazioni e movimenti ecclesiali alla processione e un clima più intenso di preghiera, canto e meditazione”. Processioni eucaristiche si terranno, domani pomeriggio, nei diversi centri della Diocesi (tranne ad Erice dove la cerimonia si svolgerà di mattina alle ore 11.30 dopo la messa nella chiesa di San Martino. A Calatafimi rivive la tradizione dell’infiorata: un tappeto di petali di fiori accoglie la benedizione eucaristica. La messa sarà celebrata alle 18 nella chiesa di San Michele. All’uscita della processione (ore 19) si terrà l’infiorata: i giovani si raduneranno sul tetto della chiesa dando vita ad una cascata di fiori e colori. La processione si concluderà con la benedizione eucaristica sul tappeto di fiori con motivi e simboli eucaristici realizzato dai giovani dell’Azione Cattolica su corso Garibaldi, di fronte la chiesa dell’Addolorata. Nella chiesa di San Michele sarà inoltre esposto al pubblico il tappeto artistico del Corpus Domini realizzato con segatura colorata e sale grosso. La tradizione dell’infiorata del Corpus Domini era nata a Calatafimi dopo la seconda guerra mondiale per un’intuizione di monsignor Diego Taranto. Negli anni Novanta questa usanza era stata interrotta per essere poi ripresa dai giovani del paese.

© Riproduzione riservata

Commenti
Corpus Domini, celebrazioni in città e nella Diocesi
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie