Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 14 Agosto 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Denise Pipitone, ecco come sarebbe oggi - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Cronaca
Mazara del Vallo

Denise Pipitone, ecco come sarebbe oggi

31 Luglio 2020 11:19, di Laura Spanò
Denise Pipitone, ecco come sarebbe oggi
Cronaca
visite 1273

La Procura di Marsala ha diffuso la ricostruzione fotografica dell’aspetto che avrebbe Denise Pipitone, scomparsa a 4 anni da Mazara del Vallo l’uno settembre del 2004. La ricostruzione è stata elaborata dai carabinieri del Ris su input dei pm che non hanno mai smesso di cercarla. Denise che ora avrebbe 20 anni.Denise Pipitone, dunque oggi potrebbe avere questo aspetto. Per la vicenda della scomparsa di Denise Pipitone è stata processata e assolta dall'accusa di sequestro di persona la sorellastra, Jessica Pulizzi.
LA VICENDA
Quel 1 settembre 2004, Denise Pipitone aveva quasi 4 anni e stava giocando in strada nei pressi della sua abitazione a Mazara del Vallo quando improvvisamente, scomparve nel nulla. Scattato l'allarme, furono molteplici le segnalazioni di chi credeva di aver visto quella bimba. Ma purtroppo nessuna di quelle segnalazioni ad oggi hanno permesso alla mamma Piera Maggio di riabbracciare Denise. La scomparsa di Denise davanti l'abitazione della famiglia, all’angolo tra le vie Castagnola e La Bruna, a Mazara, è avvolta nel mistero e non ha colpevoli.
La sorellastra di Denise finita a processo e assolta Jessica Pulizzi, è stata definitivamente assolta dall'accusa di aver rapito la piccola nel 2017. La quinta sezione penale della Cassazione ha infatti confermato la sentenza di assoluzione emessa dalla Corte d'appello di Palermo nell'ottobre 2015. Jessica Pulizzi era stata assolta anche in primo grado.
“Provo una grande amarezza e una delusione enorme, ma adesso pretendo di sapere chi ha sequestrato la mia bambina. Denise non si è volatilizzata nel nulla né è stata rapita dagli alieni. Gli inquirenti mi dicano dove è la mia bambina e chi l'ha presa. Come madre pretendo queste risposte”, le parole dopo la sentenza di Piera Maggio, che continua a cercare sua figlia.
 

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings