Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 19 Febbraio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Detenuto accusa dolori e si scopre che ha ingoiato un ovulo con della droga - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

2

Testo

Stampa

Cronaca
Trapani-Erice

Detenuto accusa dolori e si scopre che ha ingoiato un ovulo con della droga

20 Gennaio 2020 14:38, di Laura Spanò
Detenuto accusa dolori e si scopre che ha ingoiato un ovulo con della droga
Cronaca
visite 3860

Un ragazzo italiano di 23 anni, detenuto nel carcere Pietro Cerulli di Trapani, è stato salvato grazie al pronto intervento degli uomini della Polizia Penitenziaria che lo hanno immediatamente trasportato all’ospedale.E' accaduto la scorsa settimana.  Il detenuto ha cominciato a lamentare forti dolori all’addome. La visita del medico all’interno del Penitenziario ha accertato che il detenuto accusava “algia addominale acuta, addome non trattabile, algia alla palpazione superficiale e profonda”. Con questa prognosi il ragazzo è stato prontamente trasferito all’ospedale di Trapani e, giunto nella struttura, era lo stesso R. ad ammettere di aver inghiottito un ovulo contenente sostanza stupefacente.
Immediatamente il ragazzo è stato sottoposto ad accertamenti e gli esami strumentali confermavano che all’interno del suo corpo, esattamente nella valvola ileocecale, si trovava un ovulo bloccato. I sanitari decidevano immediatamente di intervenire chirurgicamente. Grazie alla pronta operazione il corpo estraneo veniva rimosso prima che le conseguenze del gesto divenissero irreparabili.
L’involucro estratto dall’organismo di R., consegnato dai medici al personale di Polizia Penitenziaria, veniva quindi esaminato e il drug-test rivelava la presenza di alcuni grammi di marijuana.
Del rinvenimento è stato informato il pubblico ministero di turno e la sostanza è stata posta sotto sequestro.

© Riproduzione riservata

Commenti
Detenuto accusa dolori e si scopre che ha ingoiato un ovulo con della droga
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie
Change privacy settings