Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 28 Ottobre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Detenuto tenta di aggredire psicologa al Pietro Cerulli, feriti due agenti - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Cronaca
Trapani-Erice

Detenuto tenta di aggredire psicologa al Pietro Cerulli, feriti due agenti

18 Settembre 2020 13:27, di Redazione
Detenuto tenta di aggredire psicologa al Pietro Cerulli, feriti due agenti
Cronaca
visite 1600

Un detenuto presso il carcere di Trapani “Pietro Cerulli” avrebbe tentato di colpire con una sedia la psicologa, ma a scongiurare il peggio l’intervento di due poliziotti penitenziari, che però sono stati aggrediti e feriti a loro volta dal carcerato. Il detenuto - come riporta l'edizione di stamane il Giornale di Sicilia - sembra fosse stato convocato nella stanza adibita come colloquio con la psicologa, ma ad un certo punto senza alcun motivo apparente l'uomo ha preso una sedia e con questa avrebbe tentato di colpire la professionista. Poi ha anche tentato di chiudere e sequestrare la psicologa dentro la stanza, cosa che non ha potuto fare perchè la polizia aveva già dato le mandate. Mentre due agenti si preoccupavano di mettere in sicurezza la donna, il detenuto ha aggredito gli altri agenti rimasti nella stanza, procurandogli ferite con prognosi di una settimana. “Il detenuto – dice il segretario regionale della Uilpa penitenziaria, Gioacchino Veneziano – è in cura così come tanti altri all'interno del carcere. Un problema che ieri abbiamo affrontato con l'assessore regionale alla salute Razza. La chiusura dei reparti dedicati negli ospedali psichiatrici giudiziari ha fatto si, che i detenuti psichiatrici vengono distribuiti nelle sezioni comuni delle carceri con gravissime conseguenze per tutto il personale che hanno anche il compito di occuparsi di queste persone affette da patologie anche gravi”. Questo è l'ennessima aggressione ai danni degli agenti della polizia che prestano servizio all'interno del carcere, ad opera degli stessi detenuti. Un carcere quello del Pietro Cerulli che risente di un organico sottodimensionato della polizia penitenziaria, con una età media molto alta, e che deve coprire tutti i servizi amministrtivi, servizio scorte, controlli, traduzioni.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings