Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 11 Agosto 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Differenziata, maggiori controlli e multe per chi non si adegua - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

1

1

1

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Differenziata, maggiori controlli e multe per chi non si adegua

22 Aprile 2018 18:57, di Ornella Fulco
Differenziata, maggiori controlli e multe per chi non si adegua
Attualità
visite 598

Più controlli della Polizia Municipale, multe contro l'abbandono indiscriminato di rifiuti e applicazione di uno speciale bollino sui rifiuti non conferiti nelle giornate e negli orari previsti nelle zone del porta a porta. In questo caso i sacchetti non saranno ritirati dagli operatori e i cittadini potranno rendersi conto dell'errore e attenersi al rispetto delle regole. Queste le misure che saranno messe in campo, nei prossimi giorni, sul territorio comunale dopo un nuovo incontro tra Trapani Servizi e vertici del Comune. Non tutte le zone, lo ricordiamo, sono già servite con il sistema porta a porta e in quelle non raggiunte si chiede un sacrificio in più ai cittadini, quello di raggiungere le postazioni mobili dove sono presenti, in 16 punti della città e nelle frazioni, i mezzi della Trapani Servizi dove depositare l'umido, mentre nei cassonetti ancora presenti va solo l'indifferenziato, sempre nelle giornate e negli orari indicati. Dove questi sono stati rimossi, sono purtroppo ancora diffusi i cumuli di immondizia abbandonata da cittadini poco informati o insofferenti alle regole del vivere civile. Si pensa di far presidiare alcune di queste zone dove il fenomeno è più evidente con l'ausilio di guardie ambientali. "I 10.000 opuscoli fatti stampare e distribuiti dai nostri operatori - spiega Carlo Guarnotta, alla guida della Trapani Servizi - sono andati esauriti e stiamo provvedendo a prepararne degli altri. Ma bisogna considerare anche l'utilizzo delle "maniere forti" nei confronti dei cittadini inadempienti e per questo abbiamo chiesto maggiori controlli alla Polizia Municipale". Su quel fronte sarebbero già partiti alcuni verbali nei confronti dei responsabili individuati con l'ausilio delle telecamere mobili. Il sistema, pur con oggettivi, innegabili aspetti di difficoltà per gli utenti, è ormai partito e non si potrà tornare indietro. Si attende di capire, per esempio, come devono organizzarsi i condomini serviti dal porta a porta. Èimpensabile, specie per quelli di più grandi dimensioni, che ciascuna famiglia che vi abita lasci i propri sacchetti sui marciapiedi nell'attesa che vengano ritirati. Autorizzare la collocazione di un paio di contenitori all'esterno, facilmente raggiungibili dagli operatori, sarebbe la soluzione più corretta per salvaguardare igiene e decoro urbano. Alcuni amministratori professionali di condomini si sono già attivati per chiedere lumi agli uffici comunali competenti diretti da Rosalia Quatrosi. Insomma si procede per aggiustamenti via facendo, e non poteva che essere così dato il repentino avvio del sistema, dato nelle scorse settimane dal commissario straordinario del Comune, Francesco Messineo, in ottemperanza a quanto disposto dal presidente della Regione Nello Musumeci.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings