Trapani Oggi

Disagi per i pendolari alla stazione ferroviaria, il senatore Santangelo "interroga" il ministro - Trapani Oggi

Mazara del Vallo | Politica

Disagi per i pendolari alla stazione ferroviaria, il senatore Santangelo "interroga" il ministro

18 Gennaio 2017 16:42, di Redazione
visite 590

Una interrogazione al ministro delle Infrastrutture e Trasporti è stata presentata dal senatore Vincenzo Maurizio Santangelo dopo essere venuto conosc...

Una interrogazione al ministro delle Infrastrutture e Trasporti è stata presentata dal senatore Vincenzo Maurizio Santangelo dopo essere venuto conoscenza dei disagi patiti dai viaggiatori presso la stazione ferroviaria di Mazara del Vallo, rimasti ad attendere il passaggio dei treni esposti alle intemperie a causa della chiusura della sala d'aspetto dopo le 20.30. "Da alcuni anni - commenta l'esponente del M5S - si assiste ad un vero e proprio piano di smantellamento del sistema ferroviario regionale che riguarda non solo la soppressione di tratte, ma anche la chiusura di numerose stazioni ferroviarie e la soppressione di alcuni servizi essenziali". La chiusura della sala d'aspetto non è l'unico problema segnalato da Santangelo che sottolinea come "spesso, a causa della chiusura della sala d'attesa la macchina per l'emissione del biglietto elettronico di Trenitalia, posta all'interno, rimane inaccessibile ai pendolari che sono costretti a salire sui treni senza il biglietto e poi costretti a pagare la sanzione da parte del controllore". Nell'interrogazione il senatore trapanese chiede al ministro di "verificare nei limiti delle proprie competenze, per quali motivi non sia stato garantito il servizio di apertura al pubblico della sala d'attesa della stazione ferroviaria di Mazara del Vallo, anche alla luce delle particolari condizioni atmosferiche di quest'ultimo periodo invernale, e se la stazione rientri negli elenchi di quelle cosiddette "svantaggiate". Santangelo chiede anche se "sia legittimo che il controllore del treno in transito da Mazara del Vallo applichi la maggiorazione del biglietto o eventuali sanzioni, vista anche la recente giurisprudenza a difesa dei consumatori secondo cui Trenitalia non può multare chi sale in una stazione con biglietteria chiusa e senza macchine per i ticket attive, indipendentemente che la sede di partenza sia o non sia inserita negli elenchi delle stazioni svantaggiate".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie