Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 23 Gennaio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Disservizi nel quartiere Sant'Alberto, la nota dell'Osservatorio per la legalità - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

0

0

0

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Disservizi nel quartiere Sant'Alberto, la nota dell'Osservatorio per la legalità

23 Giugno 2014 13:12, di Niki Mazara
Disservizi nel quartiere Sant'Alberto, la nota dell'Osservatorio per la legalità
Attualità
visite 366

Con una nota a firma del suo presidente, avvocato Vincenzo Maltese, e dei componenti del direttivo, i legali Filippo Spanò e Vito Callotta, l'Osservatorio per la legalità e i diritti violati invita l'amministrazione comunale di Trapani a provvedere alla tempestiva risoluzione di una serie di problematiche segnalate da colo che risiedono nel quartiere Sant'Alberto e in viale Marche: in particolare si lamenta - con tanto di fotografie a corredo - lo stato di sporcizia e degrado di alcune strade delle citate zone. "Nella giornata di sabato scorso, peraltro, si legge nella nota - a causa della incuria delle zone a verde, sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco per spegnere un incendio che era divampato a causa della sterpaglia, con tutto quello che ne è conseguito per le immissioni da fumo nelle abitazioni della zona". I legali dell'Osservatorio ricordano che "qualche mese addietro sono già state inoltrate al sindaco Damiano diverse richieste di intervento: pulizia del verde e della sterpaglia di tutte le aiuole e marciapiedi, riattivazione delle due ville comunali di viale Marche e viale Umbria, ormai in totale stato di abbandono, ripristino dei campetti di calcetto e tennis di viale Marche, manutenzione e messa in sicurezza del Centro “Nino Via”. I residenti hanno chiesto e dato mandato agli avvocati dell'Osservatorio di avanzare "ogni difesa utile alla tutela dei loro interessi" Se il Comune "non interverrà prontamente per come richiesto o a far pervenire il motivo di diniego, entro 30 giorni dal ricevimento della segnalazione specificando che in mancanza si procederà con una class action o ad ogni altra forma di azione legale in tutte le competenti sedi giudiziarie a tutela degli interessi collettivi dei cittadini dei citati quartieri".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings