Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 24 Febbraio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Distrutta parte della scogliera di Macari - Trapani Oggi

0 Commenti

4

0

0

0

2

Testo

Stampa

Cronaca
San Vito Lo Capo

Distrutta parte della scogliera di Macari

15 Gennaio 2015 10:19, di Ornella Fulco
Distrutta parte della scogliera di Macari
Cronaca
visite 1335

La Procura della Repubblica di Trapani ha avviato le indagini per far luce sulla distruzione di un tratto della scogliera lungo la costa di Macari, frazione di San Vito Lo Capo. Si tratta di una zona compresa nel Demanio marittimo e sottoposta a vincoli ambientali. Nella notte tra martedì e mercoledì scorso ignoti, servendosi di un escavatore, hanno creato, danneggiando irrimediabilmente una parte della costa rocciosa, una sorta di passaggio che, dalla soprastante spiaggia del Bue Marino, porta alla battigia. A scoprire i fatti è stata la Polizia municipale di San Vito Lo Capo. Una pattuglia, transitando lungo una strada vicina alla costa, ha notato alcune persone che caricavano il mezzo utilizzato per effettuare lo sbancamento su un carrello in un tratto di litorale dove mezzi di questo tipo non possono avere accesso. L'escavatore è stato abbandonato e, attualmente, si trova sotto sequestro così come l'area interessata dallo sbancamento. E' risultato appartenere ad una ditta edile, la M.V. di Giuseppe Vultaggio. "Inciviltà, ignoranza, disprezzo del territorio, barbarie, arroganza", così commenta a caldo il fatto, sulla sua pagina di Facebook, il sindaco di San Vito Lo Capo, Matteo Rizzo che prosegue: "Alcuni in questo nostro Comune credono di essere i padroni assoluti o i gestori unici delle bellezze e dei luoghi che la natura ci ha regalato e chi ci ha preceduti ha saputo mantenere e valorizzare! Credono di poterne abusare e disporre in ogni forma, ma si sbagliano di GROSSO . "Rimarrà una ferita - conclude Rizzo - ad uno dei posti più belli della nostra Regione, ma soprattutto un segno di arroganza e disprezzo a dei valori e concetti che tutti dovremmo difendere e salvaguardare. Non c'è e non ci sarà spazio per queste persone". Per andare all'articolo con l'intervista telefonica al sindaco Matteo Rizzo cliccare qui

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings