Trapani Oggi

Dpcm: Sicilia zona arancione con elevata gravità e livello di rischio alto - Trapani Oggi

Cronaca

Dpcm: Sicilia zona arancione con elevata gravità e livello di rischio alto

05 Novembre 2020 04:39, di Redazione
visite 2180

Da venerdì chiusi bar e ristoranti per tutto il giorno

🟡 Queste le restrizioni valide su tutto il territorio nazionale. Saranno le sole ad essere applicate nelle regioni classificate dalla criticità moderata in fascia gialla: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto  
                                                
• Coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00: sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze (con autocertificazione);

• Sospese mostre e chiusi i musei;
Didattica a distanza al 100% per le scuole superiori, salvo attività laboratori in presenza;
Didattica in presenza per scuole elementari e medie ma con uso obbligatorio delle mascherine;

• Sospensione dei concorsi, a esclusione di quelli per personale sanitario;

• Nei weekend chiuse le medie e grandi strutture di vendita, a eccezione delle farmacie, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole;

• Coefficiente di riempimento massimo del 50% sui mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale;

• Rimane il divieto di apertura dopo le 18 di bar e ristoranti con servizio al tavolo;

• Smart working ai massimi livelli possibili, sia nella pubblica amministrazione che nel settore privato;

• Sospese le crociere;

🟠 Nelle regioni e/o nei territori caratterizzati da “uno scenario di elevata gravità e da un livello di rischio alto”: Puglia, Sicilia oltre alle restrizioni previste nelle zone gialle si applicano anche queste altre:

• Vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dal territorio, salvo che per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute o di studio (con autocertificazione);

• Vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, salvo che per comprovate esigenze (anche in questo caso serve l’autocertificazione);

• Sospese le attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22,00 la ristorazione con asporto, con “divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze”;

Si aggiungono i divieti previsti su tutto il territorio nazionale:

• Coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00: sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze (con autocertificazione);

• Sospese mostre e chiusi i musei;

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie