Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 03 Agosto 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Emergenza rifiuti, il sindaco autorizza stoccaggio a Rigaletta-Milo - Trapani Oggi

0 Commenti

4

1

0

0

0

Testo

Stampa

Attualità
Erice

Emergenza rifiuti, il sindaco autorizza stoccaggio a Rigaletta-Milo

09 Giugno 2016 15:46, di Niki Mazzara
Emergenza rifiuti, il sindaco autorizza stoccaggio a Rigaletta-Milo
Attualità
visite 599

I rifiuti prodotti nel territorio comunale di Erice saranno stoccati, nell'attesa di essere trasferiti in discarica, presso il Centro comunale di Raccolta/Area artigianale ericina. Lo ha deciso, con un'ordinanza contigibile e urgente, il sindaco Giacomo Tranchida per far fronte ai disagi, sperimentati nelle ultime settimane, nella raccolta dei rifiuti. Il servizio, garantito dalla Aimeri Ambiente, è andato in sofferenza per i ritardi e, addirittura, l'impossibilità di conferire i rifiuti nella discarica di contrada Belvedere, come previsto da un'apposita convenzione stipulata con la Trapani Servizi, proprietaria dell'impianto. "I cassoni scarrabili a tenuta stagna per l’immagazzinamento dei rifiuti prodotti nel territorio comunale di Erice - si legge nel provvedimento - saranno opportunamente trattati con prodotti specifici per l’abbattimento della fermentazione e degli odori per essere successivamente smaltiti in discarica". L'autorizzazione concessa all'Aimeri a depositare i rifiuti a Rigaletta-Milo è valida per 30 giorni. Con lo stesso provvedimento, Tranchida ha autorizzato la consengna temporanea al Comune di Castellammare del Golfo di due cassoni scarrabili senza chiusura ermetica, come richiesto da quell'amministrazione, anch'essa alle prese con le problematiche relative alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti sul suo territorio di competenza. "Abbiamo ridotto i disagi al minimo grazie alla ditta Agesp che, oltre ai due camion utilizzati per la raccolta rifiuti, ha messo a disposizione altri mezzi dove mantenere momentaneamente i rifiuti - ha dichiarato il sindaco di Castellammare - dato che nella discarica di Trapani non era possibile conferire l’immondizia per dei guasti all'impianto e la quantità eccessiva di rifiuti prodotti. Si sono create lunghissime code di mezzi con attese e ritardi di 3-4 giorni". La ditta, quindi, ha effettuato il servizio senza poter però conferire in discarica. E tonnellate di rifiuti sono rimaste stoccate all'interno dei compattatori. Non disponendo più di compattatori dove caricare l’immondizia, per tamponare il problema, Coppola ha emesso un’ordinanza perché i rifiuti, stivati negli autocompattatori, rimanessero in deposito provvisorio in un'area di contrada Pagliarelli, sequestrata alla mafia, in attesa di scaricarli in discarica.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings