Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 01 Dicembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Erice. Finanziate dal Ministero dell'Interno le progettazioni di tre opere per 230.000 euro - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Politica
Erice

Erice. Finanziate dal Ministero dell'Interno le progettazioni di tre opere per 230.000 euro

26 Ottobre 2020 11:40, di Redazione
Erice. Finanziate dal Ministero dell'Interno le progettazioni di tre opere per 230.000 euro
Politica
visite 497

Finanziata dal Ministero dell’Interno la progettazione esecutiva di 3 importanti opere nel territorio di Erice. Si tratta di un finanziamento complessivo pari a 230 mila euro che fanno parte di un’assegnazione da parte del Ministero dell’Interno, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, per spesa di progettazione definitiva ed esecutiva, relativa ad interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico.Nel dettaglio si tratta di:lavori di rifacimento, ristrutturazione e completamento della strada via Martogna da utilizzare quale via di fuga a salvaguardia della pubblica incolumità (€ 50.000); lavori di riqualificazione energetica della scuola media “G. Pagoto” (€ 80.000) e infine lavori di consolidamento delle pendici del Castello di Venere (€ 100.000). La progettazione dovrà essere consegnata entro il mese di maggio del 2021.
«Erice è da tempo particolarmente attenta ad intercettare tutte le possibili fonti di finanziamento pubblico utili per realizzare le infrastrutture di cui la città ha bisogno – commenta il vice sindaco, Gianni Mauro -. I nostri progetti, presentati a suo tempo, sono infatti stati ritenuti ammissibili ed inseriti nella graduatoria. Ringrazio l’ufficio tecnico comunale per la collaborazione e l’impegno che consentono al nostro territorio, tramite le progettualità, di poter davvero guardare al futuro».
«Con questi ulteriori finanziamenti – commenta la sindaca, Daniela Toscanopotremo così sostenere altri progetti di sviluppo e gestione della città. Abbiamo deciso di puntare con forza sui bandi, siano essi europei, nazionali o regionali, così da poter immaginare e mettere in piedi interventi altrimenti impensabili per le sole finanze locali. Dunque, continueremo a percorrere questa strada anche in futuro».

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings