Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 21 Ottobre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Esplosione a Catania: tra le vittime un vigile del fuoco trapanese - Trapani Oggi

0 Commenti

4

0

0

1

1

Testo

Stampa

Cronaca
Trapani

Esplosione a Catania: tra le vittime un vigile del fuoco trapanese

20 Marzo 2018 22:52, di Ornella Fulco
Esplosione a Catania: tra le vittime un vigile del fuoco trapanese
Cronaca
visite 573

Èil trapanese Giorgio Grammatico uno dei due vigili del fuoco che hanno perso la vita, stasera, a Catania, nell'esplosione che ha distrutto una palazzina in via Sacchero nella zona del cosiddetto "Fortino". La terza vittima è un 75enne, Giuseppe Longo, che viveva in un appartamento nell'immobile e che aveva una attività come venditore e riparatore di biciclette nello stesso palazzo. Il suo corpo carbonizzato è stato trovato dalle unità cinofile tra le macerie. L'altro vigile del fuoco deceduto è il catanese Dario Ambiamonte, 40 anni. I  corpi dei due vigili del fuoco sono stati trasportati all'obitorio dell'ospedale "Vittorio Emanuele" mentre altri due vigili sono ricoverati in gravi condizioni all'ospedale "Garibaldi". Un quinto è rimasto illeso, perché si trovava vicino al mezzo di servizio per recuperare degli attrezzi, ma è sotto shock. L'esplosione si è verificata al piano terra del palazzo. Secondo le prime informazioni, la squadra dei Vigili del fuoco sarebbe stata chiamata per una fuga di gas e, una volta arrivata in zona, avrebbe tentato di aprire una porta. In quel momento si sarebbe verificata l'esplosione che ha coinvolto quattro dei cinque componenti della squadra. Giorgio Grammatico, 37 anni compiuti a gennaio, aveva giocato come attaccante nel Trapani Calcio, vestendo la maglia granata dal 2000 al 2004 nel campionato di Eccellenza, ed era padre di un bambino. La società granata ha diffuso un messaggio di cordoglio. Numerosi sui social i commenti di chi lo ha conosciuto e apprezzato come atleta e come persona. Messaggi anche da parte della moglie, da cui era separato.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings