Trapani Oggi

Falsi dati Covid in Sicilia. Musumeci: "Fiducia in Razza". - Trapani Oggi

Politica

Falsi dati Covid in Sicilia. Musumeci: "Fiducia in Razza".

30 Marzo 2021 11:17, di Redazione
visite 826

Ma l'opposizione chiede dimissioni

___________________________________________________________________________

**Aggiornamento** - «Chiederò al presidente della Regione che venga a riferire in aula su quanto accaduto. Diamogli il tempo di avere tutte le informazioni necessarie. Vedremo se lo farà domani o dopodomani, anche in funzione delle notizie che deve acquisire. Garantisco che sarà in tempi brevissimi però la preghiera che rivolgo a tutti è di andare avanti con la finanziaria». Così il presidente dell’Ars, Gianfanco Miccichè, in apertura della seduta d’Aula per l’esame della legge di stabilità della Regione.

____________________________________________________________________________

"Ho letto le agenzie, inutile dire che in questi casi si resta sorpresi. Noi le zone rosse le abbiamo anticipate non nascoste: è storia. Ma bisogna avere rispetto per la magistratura, ho fiducia nell'assessore Ruggero Razza, se fosse responsabile da solo adotterebbe le decisioni consequenziali. Bisogna essere sereni e fiduciosi, sono convinto che la verità emergerà prestissimo".

A commentare a Omnibus su La7,  l'inchiesta che ha portato ad arresti per alterazione dei dati su tamponi e positivi trasmessi all'Iss in cui è coinvolto come indagato, l'assessore alla Salute Razza, è il governatore della Sicilia, Nello Musumeci. "Siamo stati noi a chiedere la zona rossa aggiunge Musumeci -. E' facile in questo momento fare ricostruzioni. Intanto abbiamo il dovere di chiederci, perché? A cosa serviva? Quale gara dovevamo vincere? Quale premio avremmo ottenuto, soprattutto nella prima fase? Se noi eravamo i primi a chiedere le misure di restrizione, se io stesso insieme all'assessore Razza abbiamo chiesto al governo nazionale due settimane di zona rossa quando tutta Italia faceva il possibile per rimanere in zona arancione. Ecco perché sono tranquillo, sono certo che la magistratura farà luce".

Opposizioni all'attacco: "Chiediamo le immediate dimissioni dell'assessore alla Salute, Ruggero Razza - dice il segretario regionale del Pd Sicilia, Anthony Barbagallo -. L'immagine della sanità siciliana, in un momento così complicato, non può essere affidata ad un assessore che ne ha già combinate di tutti i colori". E ancora: "I dati falsi e truccati emersi dalle indagini sono la punta di un iceberg di un sistema marcio e malato. Il Pd - prosegue Barbagallo - aveva già messo in evidenza le storture della Sanità siciliana con la mozione di sfiducia presentata all'Ars nei mesi scorsi e bocciata da una maggioranza pronta solo ad eseguire gli ordini del capo. Questa volta la politica era arrivata prima dei magistrati ma - conclude - di fronte ai fatti di oggi Musumeci non ha scelta: Razza non può restare un minuto di più".

Si unisce al coro anche Leu: "Le parole dell'assessore regionale alla Salute siciliano sono vergognose. Si accertino immediatamente le responsabilità sulla vicenda dati falsi sui decessi per Covid in Sicilia, che vede indagati l'assessore Razza e la dirigente Di Liberti. L'assessore si dimetta immediatamente e si valuti il commissariamento della sanità siciliana. La politica, arriva dopo la magistratura, peccato". Lo afferma il senatore di LeU Francesco Laforgia.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie