Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 13 Luglio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Favignana, il Comune acquisisca la "Camperia" - Trapani Oggi

0 Commenti

6

0

0

1

0

Testo

Stampa

Favignana, il Comune acquisisca la "Camperia"

16 Dicembre 2010 11:16, di Niki Mazara
Favignana, il Comune acquisisca la "Camperia"
visite 610

Favignana, 16 dicembre 2010- Con un ordine del giorno a firma dei consiglieri comunali  Vito Campo, Franco Faraci e Luigia Pastore si tende a  impegnare la "giunta comunale a porre in essere tutti gli strumenti legislativi in vigore al fine di acquisire al patrimonio comunale un bene che è parte integrante della storia dell’arcipelago delle Egadi", vale a dire " i grandi magazzini di Piazza Marina, un tempo usati come deposito delle reti e ricovero  delle barche utilizzate per la tonnara" quelli che ", sono stati battezzati dai tonnaroti come “camparia” per essere un luogo dove si campava e che dava da campare". I tre consiglieri, nell'atto amministrativo proposto, scrivono una pagina della storia locale quando ricordano come " da oltre un secolo la “camparia”, lo stabilimento per la lavorazione del tonno, il palazzo Florio, rappresentano la memoria storica di ciò che fu Favignana durante l’epoca d’oro dei Florio e negli ultimi anni hanno rappresentato anche la decadenza.Oggi che lo stabilimento Florio, grazie alla capacità progettuale della proprietaria Regione Siciliana, è stato pregevolmente in massima parte restaurato, che anche il Palazzo Florio di proprietà comunale sta tornando agli antichi splendori, sarebbe necessario completare l’opera con l’acquisto ed il restauro della “camparia” per far sì che la stessa, utilizzata sapientemente come centro artigianale e museale (tradizioni popolari della civiltà contadina e delle attività marinare), possa contribuire come un tempo a dare da campare agli isolani". Da tutto questo  dicende, secondo Campo, Faraci e Pastore, che sia " facilmente intuibile la valenza culturale, patrimoniale, economica connessa a tale fruibilità che costituirebbe nuovo polo di attrazione, così come lo stabilimento Florio, per un turismo sempre più orientato verso questi grandi esempi di archeologia industriale riportati a nuova vita". Da qui scaturisce la proposta di acquisizione della camperia che eè e rimane un monumento importante della storia socio economica delle Egadi, struttura da rendere fruibile in un percorso di turismo culturale. Simona Licata

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings