Trapani Oggi

Febbre del Nilo, nel trapanese nessun allarme. Arrivano le rassicurazioni dell'Asp [VIDEO] - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Febbre del Nilo, nel trapanese nessun allarme. Arrivano le rassicurazioni dell'Asp [VIDEO]

04 Ottobre 2022 17:16, di Laura Spanò
visite 779

Accertamenti al momento vengono eseguiti sugli animali

Non c'è nessun allarme, è quanto ribadito dal commissario dell'Asp di Trapani, Vincenzo Spera, a proposito del virus della febbre del nilo che qui in provincia di Trapani ha fatto la sua prima vittima, l'artista Momò Calascibetta, deceduto venerdì scorso nel reparto di rianimazione del Sant'Antonio Abate, dov'era ricoverato da due mesi.

Ed è arrivata anche la smentita circa la presenza di un nuovo caso di “febbre del nilo” a Marsala. La notizia di questo secondo caso, è stata esclusa. Pare che uno studente di Valderice, che studia in Emilia Romagna, aveva accusato i sintomi influenzali tipici della West Nile tanto che il medico curante gli aveva suggerito di fare un test da cui è emerso che il ragazzo ha preso il virus delle zanzare, ma era già guarito, sviluppando gli anticorpi. Per quanto riguarda la prima vittima i medici hanno ribadito che: "è stato molto sfortunato, perchè ha sviluppato una forma di malattia molto grave, neuro invasiva".

Al momento la zona dove viveva la prima vittima, contrada Cutusio a Marsala è sotto il rigido controllo dei veterinari dell'azienda sanitaria provinciale.

"Vengono monitorati alcuni animali trovati positivi in particolare un equino in un allevamento però di Alcamo - sottolinea il veterinario dell'Asp il dott. Roberto Messineo - il quale conferma che "al momento non c'è al momento nessun allarme. Facciamo constantemente i controlli sul territorio. Dopo la morte del signore di Marsala sono stati accentuati. Stiamo controllando cavalli, polli, cani, gatti e zanzare. La situazione sembra tranquilla. E nell'area di Cutusio sono state posizionate trappole per le zanzare, ma nessuno degli insetti catturati ha il virus".  

Dall'asp arriva poi l'invito a tutti gli enti locali a predisporre in un'unica soluzione la disifestazione nei vari comuni. Una disifestazione che dovrebbe essere effettuata già a partite da marzo.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie