Trapani Oggi
Trapani Oggi

Giovedì, 03 Dicembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Festa alla Diga Baiata per chiedere l'istituzione del Parco - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

2

4

5

Testo

Stampa

Attualità
Paceco

Festa alla Diga Baiata per chiedere l'istituzione del Parco

20 Maggio 2016 14:24, di Niki Mazara
Festa alla Diga Baiata per chiedere l'istituzione del Parco
Attualità
visite 811

Quinta edizione, domenica, della "Festa del Parco Baiata", manifestazione promossa da associazioni ambientaliste e di volontariato a supporto del progetto per la realizzazione dell’omonimo Parco che insista nell’area della diga Baiata. Il comitato organizzatore, composto da varie associazioni, vuole sensibilizzare cittadini, amministratori locali e mondo del volontariato proponendo diverse attività ludico-ricreative affinché l’intera area della diga venga riqualificata e trasformata in un parco suburbano fruibile dalla comunità locale e dai turisti. Una battaglia iniziata nel 2001 e culminata, nel 2014 con la consegna al Comune di Paceco di un “progetto preliminare” di parco suburbano. Il Comune ora dovrebbe trovare le risorse per l’affidamento dell’incarico per la redazione di un progetto definitivo , prerequisito per accedere ai fondi europei ( circa 6 milioni di euro) per realizzare l’opera. Il progetto preliminare è stato aggiudicato ad un gruppo di Agrigento composto dall’ architetto Mohammed Ghayath Hadi,dall’ agronomo Daniele Agosta e dal geologo Giuseppe Chiappetta. Il progetto prevede la creazione di una pista ciclabile (lunga 8.000 metri), un tracciato pedonale (lungo 9.400 metri) e una rete di camminamenti che percorre tutto il perimetro del lago e collega i diversi “piani”. Inoltre in più punti sono previste delle zattere galleggianti per attirare gli uccelli e dei chioschi in legno per osservarli. In corrispondenza dell’ingresso di via Sapone è situato il “Piano del cammino” che ospita un campo di bocce ed una fattoria didattica con animali diversi ed un piccolo maneggio . Seguendo la pista ciclabile si entra nel “Piano della terra” per le passeggiate e per le scolaresche che hanno già visitato la fattoria didattica. Previste terrazze verdi ed un orto-botanico nel quale si darà spazio ad alcune piante esotiche segnalate da tabelle e scelte anche in funzione di una efficace funzione didattica. Più avanti si entra nel “Piano della vita” destinato agli sport, al fitness, ai giochi dei bambini e quindi nel “Piano del riposo” con attrezzature per il pic-nic in un giardino di piante officinali autoctone. In corrispondenza dell’incrocio con la via Salemi è situato il “Piano della luna” con un giardino mediterraneo di circa 5 ettari ed un teatro all’ aperto, quindi di fronte al bivio di Soria il “Piano del vento”, dove è previsto un parcheggio, una piazzetta e un grande prato inglese nel quale sarà montato un pallone aerostatico che può rappresentare un importante richiamo perché, pagando il biglietto, offrirà ai visitatori la possibilità di “ammirare il lago da una prospettiva diversa”. Il percorso si chiude, in corrispondenza della via Citrolo, con il “Piano dell’acqua” dove sorgerà un porticciolo galleggiante per l’attracco di canoe e barche a vela che potranno essere noleggiate.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings