Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 23 Gennaio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Finanziamento della "Fardelliana": si va in Tribunale - Trapani Oggi

0 Commenti

3

4

0

1

0

Testo

Stampa

Cronaca
Trapani

Finanziamento della "Fardelliana": si va in Tribunale

31 Maggio 2014 11:37, di Ornella Fulco
Finanziamento della "Fardelliana": si va in Tribunale
Cronaca
visite 318

La questione del finanziamento della Biblioteca Fardelliana approda nelle aule del Tribunale. E' di stamane la nota con la quale si comunica che l'Ente - insieme all'amministrazione comunale e ciascuno per le proprie competenze - ha deciso di intraprendere un'azione legale nei confronti dell'ex Provincia regionale di Trapani per ottenerne la condanna al pagamento della somma di 250mila euro quale quota annualmente dovuta dall'Ente nella qualità di condotante. L’obbligo del conferimento, infatti, è sancito nello stesso Statuto dell’Ente Biblioteca e successivamente confermato in una delibera della Giunta provinciale del 1947. Per quanto compete alla "Fardelliana", la decisione è maturata ieri sera, nel corso della seduta della Deputazione della biblioteca. E' stato dato mandato all'avvocato Giuseppe Marabete di procedere legalmente per ottenere la condanna dell'ex Provincia regionale per inadempienza. Dal canto suo il Comune di Trapani inserirà, nel bilancio pluriennale 2014-2016, uno stanziamento di 460 mila euro per garantire il funzionamento della Biblioteca. Il sindaco Damiano, inoltre, ha annunciato di voler avviare, con la propria avvocatura, ogni opportuna iniziativa legale per ottenere, in caso di condanna della Provincia, il risarcimento dei danni che dall’inadempienza di questa potranno derivare. “Come presidente della Fardelliana ma, soprattutto, come sindaco - ha commentato Vito Damiano - sono molto amareggiato e fortemente deluso dall’indifferenza, dalla scarsa sensibilità e dalle vane promesse dei miei interlocutori istituzionali alla Regione e alla Provincia. Molte sono state le manifestazioni di apparente autentica solidarietà ma nessun atto concreto, nessun adempimento, nemmeno quelli dovuti, ripeto, dovuti. E poi ci riempiamo la bocca di legalità!”. Sempre nel corso della riunione della Deputazione sono state state ufficializzate le dimissioni irrevocabili dalla stessa dei componenti Enzo Tartamella e Vincenzo Fardella. Il sindaco Damiano, in qualità di presidente dell'Ente, ha provato a far recedere i due dal loro intento ma senza risultato. Si è, quindi, proceduto alla loro sostituzione con due funzionari comunali, Caterina Fasola e Giuseppe Meli. Le scelta delle dimissioni, nelle intenzioni dei due componenti della Deputazione, ha "anche un contenuto fortemente simbolico che vuole richiamare, ancora una volta, l'attenzione delle Istituzioni e dei soggetti istituzionali sulla difficile situazione della Fardelliana, abbandonata da tutti e per la quale poco o nulla è stato fatto per salvarla e, conseguentemente, tutelare il lavoro dei dipendenti dell'Ente". "Sappiamo, per averlo vissuto direttamente, quali è quanti sforzi siano stati compiuti dal sindaco che si è sempre 'confrontato' con l'indifferenza dei suoi interlocutori istituzionali - hanno sostenuto i dimissionari - .La decisione di dimetterci è stata determinata dalla consapevolezza di non essere più utili in questa fase di grave crisi, ove gli attori dovranno necessariamente essere esclusivamente istituzionali". Il termine del 31 maggio era il limite invalicabile oltre il quale, se l'amministrazione comunale di Trapani non avesse deciso - lo scorso 28 maggio - di farsi carico dei 250mila euro dovuti dalla soppressa Provincia, sarebbe stato inevitabile procedere alla liquidazione dell'Ente e al licenziamento dei 17 dipendenti.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings