Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 04 Agosto 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Finti accrediti su PostePay, l'allarme della Polizia Postale - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

1

1

Testo

Stampa

Attualità

Finti accrediti su PostePay, l'allarme della Polizia Postale

17 Gennaio 2019 14:26, di Redazione
Finti accrediti su PostePay, l'allarme della Polizia Postale
Attualità
visite 1724

La Polizia Postale rilancia, ancora una volta, l’allerta su una delle truffe telematiche più frequenti con un post sulla sua pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia e invita a non abbassare la guardia. Il furto di dati e l’accesso abusivo ai nostri dispositivi, carte di credito e conti correnti attraverso falsi messaggi che simulano prodotti o loghi di note aziende del settore creditizio è sempre dietro l’angolo. Il rischio, infatti, è che hacker e truffatori telematici riescano a prosciugarci il conto o fare acquisti con le nostre carte di credito è all'ordine del giorno. Ad essere particolarmente nel mirino di questi malintenzionati sono i conti correnti e i prodotti creditizi di Poste Italiane per la loro diffusione e per la circostanza che molti, tra coloro che hanno un qualsiasi rapporto con l’azienda in questione, sono anziani, giovanissimi o stranieri e, quindi, più vulnerabili. Se avete ricevuto sulla vostra mail o sui vostri smarthpone, tablet o pc, un messaggio che invita a mettere mano ai propri dati o a cliccare su qualche link che riguarda la propria Postepay, il proprio conto BancoPosta o prodotti similari, non rispondete. L’ultimo tranello segnalato dalla Polizia Postale è quello che comunica un accredito di denaro sulla Postepay, invitandoci a verificare i nostri dati. Nulla di più falso! Si tratta dell’ennesimo tentativo di frode telematica come ricorda ai cittadini la Polizia Postale: “Facciamo attenzione. Accredito truffa”.E bene sottolineare che Poste Italiane non utilizza mai queste modalità per le proprie procedure o attività.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings